ROMA - TORINO 3-2. Pagelle E Tabellino

Sospiro di sollievo per i giallorossi, Toro battuto 3-2. Pagelle e tabellino.

159
stampa articolo Scarica pdf

di Simone Dell'Uomo 

Soffrendo oltre il dovuto e palesando micidiali disattenzioni, la Roma riesce a portare a casa la missione e battezzare il girone di ritorno con una vittoria: battuto 3-2 il Torino sotto la pioggia dell’Olimpico. Tre punti vitali per Di Francesco ed i suoi ragazzi: la loro corsa Champions riparte da qui.

CRONACA

Buon primo tempo dei giallorossi, spavaldi e aggressivi sin dalle prime battute. Sugli sviluppi di un corner Zaniolo trova la torsione giusta e porta avanti la Roma, strappando applausi di un pubblico sempre più suo. I giallorossi continuano a macinare gioco e quando riescono a sorprendere in verticale la retroguardia granata sanno sempre far male: steso El Shaarawy, calcio rigore, Kolarov spiazza Sirigu. Al tramonto del primo tempo i giallorossi concedono però un contropiede incredibile al Torino: Falquè colpisce il palo, ma non lascia presagire nulla di buono. Nella ripresa infatti la Roma si spegne, come sempre: destro a giro di Rincon, bordata di Ansaldi: è 2-2. Cala il gelo all’Olimpico, ma stavolta i capitolini non si scompongono e costruiscono diverse occasioni sviluppando buone trame con l’innesto di Schick. Assist di Pellegrini e diagonale di El Shaarawy,Sirigu battuto per la terza volta. Sospiro di sollievo, ma la Roma trova il modo per concedere anche l’occasione del 3-3: stavolta gallo Belotti spreca tutto e spedisce al lato. Esulta l’Olimpico, finisce 3-2: 3 punti chiave per la corsa Champions.

PAGELLE

ROMA

Olsen 5.5 Prende due gol dalla distanza, poteva far meglio.

Karsdorp 6.5 Nel primo tempo esprime il miglior calcio del suo amaro biennio giallorosso, sfruttando la chance concessa dal Difra. Nella ripresa cala, come tutta la squadra.

Fazio 5.5 Non trasmette sicurezza nel primo tempo. Nervoso, commette errori nella ripresa.

Manolas 6 Sempre una sicurezza. Ordinato e intelligente.

Kolarov 6.5 Spinta e classe a servizio dei compagni.

Cristante 6 Scelte imprecise, ma senza Nzonzi è costretto a far troppo lavoro sporco. Da premiare il sarificio. Nel primo tempo motorino

Pellegrini 6.5 Gioca più basso del dovuto e impiega quasi un’ora per ingranare. Ma quando sale in cattedra resta decisivo: grande assist vincente

Kluivert 5 Nettamente il peggiore della Roma. Spostato a destra complice l’infortunio di Under, non riesce a pungere mai. Troppo debole inesperto e sprovveduto per far male all’arcigno Toro di Mazzarri.

Zaniolo 6.5 Gran gol nel primo tempo, un primo tempo contraddistinto da ottime giocate. Nella ripresa regge per fisicità, ma sbaglia diverse scelte e cala di rendimento.

El Shaarawy 7 Mancava, eccome. Oggi s’è vista tutta la sua importanza. Negli anni ha imparato anche a far male. Decisivo, finalmente.

Dzeko 5.5 Buon lavoro per i compagni, manca però il timbro sotto porta. Fatica a sbloccarsi in campionato, divora l’occasione del 3-0 che avrebbe chiuso ogni discorso.

TORINO

Sirigu 6 Incolpevole sui gol subiti

Lyanco 5 La Roma attacca e sfonda dalla sua parte. Non è all’altezza di Izzo.

Nkolou 6.5 Vera e propria diga: fisicamente straripante, tatticamente impeccabile. Esperienza da vendere: non ha saltato alcun minuto di campionato, un motivo ci sarà

Djidji 5.5 Imperfetto nelle letture di reparto, copre comunque bene su Kluivert

De Silvestri 5.5 L’impressione è che potesse far di più. Il Toro spinge spesso dalla corsia opposta. E nella sua fatica a contenere El Shaarawy.

Rincon 6.5 Nervosissimo, è vero. Ma lotta, fatica, sgomita. Carica i compagni, vero e proprio leader motorino. Gran bel gol a giro dalla distanza per riaprire la partita.

Ansaldi 7 Per la prima volta centrocampista centrale complici le assenze. Ma anche in quel ruolo si fa valere: mostra qualità non indiffirente, calcio pulito e giocate semplice. Gran gol del 2-2. Coordinazione perfetta che rispecchia la sua tecnica.

Ola Aina 6.5 Vero e proprio motore esterno del Toro. Inossidabile. Da quella parte si spinge tanto. E bene.

Iago Falque 5 Ombroso. Nervoso. Sbaglia un gol fatto e non trova mai la posizione giusto. Uomo cardine del Toro, stavolta tradisce e stecca il grande appuntamento contro i suoi ex tifosi.

Belotti 5.5 Lotta e sgomita, fornisce assist. Ma non incide. Come spesso accaduto, non incide.

TABELLINO

Marcatori: pt. 15′ Zaniolo (R), 34′ Kolarov rig. (R), st. 6′ Rincon (T), 22′ Ansaldi (T), 28′ El Shaarawy (R)

Ammoniti: st. 16′ Kluivert (R), 21′ Cristante (R), 25′ Lyanco (T), 45′ Rincon (T)

Roma (4-2-3-1): Olsen; Karsdorp (st. 35′ Santon), Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, Cristante; Under (pt. 6′ El Shaarawy), Zaniolo, Kluivert (st. 27′ Schick); Dzeko.  A disp. Fuzato, Grego, Lu. Pellegrini, Marcano, Coric, Nzonzi, Pastore. All. Di Francesco

Torino (3-4-3): Sirigu; Djidji, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Ansaldi, Rincon, Ola Aina; Iago Falque (st. 10′ Zaza), Belotti, Parigini (st. 30′ Edera). A disp. Ichazo, Rosati, Bremer, Ferigra, Adopo, Berenguer, Lukic, Millico.  All. Mazzarri

Arbitro: Giacomelli di Trieste (ass. Meli-Del Giovane, IV Maresca; Var Irrati-Schenone)

© Riproduzione riservata