Marco Consoli

C'è chi perde il lavoro e si dispera e chi invece, grazie a questo evento, scopre un lato di se stesso che ignorava”

463
stampa articolo Scarica pdf

“C'è chi perde il lavoro e si dispera e chi invece, grazie a questo evento, scopre un lato di se stesso che ignorava”, si presenta così Marco Consoli passato nel giro di pochissimo da manager disoccupato a fotomodello ed attore. 

La sua fortuna? Sicuramente essersi trovato al posto giusto nel momento giusto, ma anche tanta voglia di mettersi in gioco ed essere sicuramente un cinquantenne che non ha nulla da invidiare a George Clooney.  

Accade quindi che per caso - in Serbia - abbia deciso di prestare la sua immagine per alcuni scatti e si sia ritrovato a pubblicizzare noti brand internazionali ed a cimentarsi recentemente come attore per la serie tv Infiltration.


Marco essere un manager ti ha aiutato in qualche modo a districarti nel mondo del mondo delle riviste patinate e a ponderare al meglio le tue scelte lavorative?

Assolutamente sì! Avere alle spalle una carriera importante come manager aiuta tantissimo e posso affermare che è uno dei miei punti di forza. Ho gestito sempre molto bene gli altri, adesso gestisco me stesso. Le mie scelte ricadono anche sul team di persone fidate con le quali collaborare e alle quali affidarsi.

Sarai l’unico italiano presente nella serie tv Infiltration che andrà in onda a maggio su SBC Channel. Ci racconti qualcosa di Don Ares il personaggio da te interpretato?

Come è ben comprensibile non posso anticipare molto. Posso dire che sono un "cattivo" a capo di una potente organizzazione criminale. Un uomo senza scrupoli che fa di tutto per mantenere il suo status di leader. Ho recitato in inglese con attori mediorientali e Balcanici ed è stata un'esperienza entusiasmante.

Come ti sei trovato nelle vesti attoriali?

Mi sono trovato benissimo. È stata una delle esperienze più impegnative della mia vita.

Tantissime le campagne pubblicitarie internazionali a cui hai partecipato per i marchi Costa Crociere, Cos, Yamaha Europa, Melinda, Unieuro, Optika Stepinac, El Patron, Dan John, Koenig, Aeroporti di Roma, Iliad. Meglio un shooting fotografico o girare una serie tv?

Sono mondi completamente diversi. Sicuramente ciò che amo di più è interpretare un ruolo, trasmettere emozioni anche con movimenti ed espressione verbale. Il complimento che mi fanno maggiormente è: “Marco tu riesci a trasmettere anche in fotografia”.

Sei di origini catanesi e sappiamo viaggi spesso per il tuo lavoro ma hai scelto un rifugio tranquillo come dimora: il Trentino. Casualità o semplice voglia di rallentare il ritmo quando si è tra le mura della propria casa?

Sono Siciliano nato a Catania e trasferito a Trento all'età di 10 anni. Ho il cuore siculo ed il cervello trentino. Il Trentino è un Paradiso e Trento è, tutti gli anni, ai primi posti in Italia per qualità della vita. Anche in questo mi ritengo molto fortunato perché posso godermi il meglio che ogni luogo ti può offrire.

Come ci si mantiene in forma a cinquant’anni? Quante ore di palestra e sacrifici gastronomici ci sono dietro?

Sono sempre stato un uomo che ha cercato di mantenere la forma fisica anche se, da buon siciliano, sono amante della forchetta, anche delle bacchette per il sushi, a dire il vero. Tutte le mattine ho la sveglia alle 06:00 e alle 06.30 faccio un workout - camminata veloce - a digiuno di 40/50 minuti. In palestra vado 3/4 volte a settimana anche se la mia attività di modello fashion non mi permette di esagerare con la massa muscolare. La cosa più difficile è mantenere una dieta alimentare efficace. Mangiare è uno dei piaceri della vita e a volte contenersi è un grande rinuncia ma ne vale la pena. Mantenersi attivi ed in forma è qualcosa che dovrebbero fare tutti a prescindere dalla professione.

Come ti sei sentito a gestire un improvviso successo e ritrovarti nella Top 20 dei modelli over 50 più seguiti su Instagram?

Tutto è successo così velocemente che non ho molto tempo per realizzare. Sono molto sereno e felice e vivo tutto con consapevolezza. Sono molto amichevole con tutte le persone che mi scrivono perché penso sempre che se una persona ti dedica un momento della sua vita per mandarti un messaggio è meritevole di attenzione e di rispetto.

Dove ti immagini tra vent’anni, nella tua amata Sicilia o in giro per il mondo?

Fra vent'anni mi vedo così: 4 mesi in Trentino, 4 mesi in Sicilia, 4 mesi in giro per il mondo!!

Sara Grillo 

© Riproduzione riservata