A POCHE ORA DALLA FINALE, PAURA DI PERDERE....

Ci siamo , è finalmente arrivato il giorno della Finale di Coppa Italia, il secondo atto della sfida, dopo quella di campionato di dieci giorni fa, tra Lazio e Atalanta.

134
stampa articolo Scarica pdf

A POCHE ORA DALLA FINALE, PAURA DI  PERDERE, VOGLIA DI VINCERE… VOI CON LE GAMBE , NOI CON LA VOCE

Ci siamo , è finalmente arrivato il giorno della Finale di Coppa Italia, il secondo atto della sfida, dopo quella di campionato di dieci giorni fa, tra Lazio e Atalanta.

“ La partita sarà importantissima, si disputerà a Roma , nel nostro Campo, di fronte ai nostri tifosi, conosciamo l’importanza di questa gara..” queste le Parole di Mister Inzaghi alla Vigilia.

Lo segue il Capitano Senad Lulic: “ serve la testa, ma anche la felicità, vincerà chi avrà più voglia di vincere e di correre.. Spero che domani qualcun altro diventi eroe… basta che qualcuno ci permetta di alzare la Coppa.”

Questa sfida, è soprattutto l’occasione di buttarsi alle spalle una stagione deludente. La LAZIO non è riuscita a migliorare il quinto posto dello scorso anno e senza la vittoria in questa finale rischia di restare fuori dalle Coppe Europee.

La vittoria potrebbe significare molto , oltre a garantire l’accesso diretto in Europa League, porterebbe la Lazio ad essere una delle squadre più vincenti della competizione, sei vittorie, l’ultima nel 2013 contro la Roma , e tre finali perse .

Una sfida che promette spettacolo, sia in campo che fuori, sono stati venduti circa cinquantacinquemila tagliandi e la biglietteria rimarrà aperta fin ad inizio della gara . Tantissimi i tagliandi staccati , sono attesi circa 21.000 tifosi Atalantini, che proveranno a sovvertire il fattore campo, perchè seppur considerato campo neutro, lo Stadio olimpico è pur sempre la nostra casa e si teme anche qualche infliltrazione dei sostenitori tedeschi dell'Eintracht, considerando la rivalità accesa che c’è con la tifoseria laziale.

Un’onda Bianco Azzurra cercherà di spingere la squadra verso la vittoria , la tifosera tornerà ad essere il vero dodicesimo uomo in campo, l’arma in più che può fare la differenza, e lo abbiamo visto nelle scorse partite , dove il tifo è mancato, è mancato il carattere della squadra.

La curva nord tornerà a far parlare di se , come sempre, ci sarà una coreografia… e di sicuro lascerà il segno.

A poche ore dal fischio di inizio, sale l’ansia, l’adrenalina , la paura di perdere, la voglia di vincere.

Non dormi la notte, o sogni quello che sarà il risultato e il marcatore .

Giri per la strada e ti guardi intorno… apri i social e leggi… ognuno dice la sua, ognuno ha la propria formazione ideale, tutti maestri e tutti allenatori.

Tifosi che nei giorni scorsi hanno aspettato la squadra fuori dai cancelli di Formello, anche solo per una foto, solo per dire loro che bisogna vincere, che vogliamo quella Coppa , semplicemente per trasmettere loro quella carica che il tifoso passionale ha nel cuore.

Poi ti ritrovi lì, al tuo posto in quello stadio che è stato cornice di mille avventure con quei colori nel cuore, in quello stadio che è il campo di mille battaglie.

Proprio come questa sera, una battaglia da combattere e soprattutto da vincere .

… e dicono che è solo un gioco!!!

Federica Villani

© Riproduzione riservata