21 MAGGIO 2019, DI PADRE IN FIGLIO

Come ogni anno , il popolo biancoceleste si incontra all’evento fortemente voluto da Pino Wilson e Giancarlo Oddi. “Di padre in figlio” ormai è diventata una tradizione e quest’anno si svolge ne ricordo di Felice Pulici e Mario Facco

182
stampa articolo Scarica pdf

21 MAGGIO 2019, DI PADRE IN FIGLIO, ANCHE QUEST’ANNO  L’APPUNTAMENTO  DEL POPOLO  LAZIALE SI  RINNOVA 

Come ogni  anno  , il popolo  biancoceleste  si  incontra all’evento  fortemente voluto  da Pino Wilson e Giancarlo  Oddi.  “Di padre in figlio” ormai è diventata una tradizione  e quest’anno si svolge ne ricordo  di  Felice Pulici  e  Mario Facco Scenario  dell’evento   è  l’Auditorium del  Massimo  all’Eur, ma poche le presenze,  circa 400 i biglietti  venduti  in una location che ne può contenere almeno  il  doppio .  La serata è presentata da Pino Insegno ed Elisa Di Iorio, ed è proprio  il presentatore , grande cuore biancoceleste a chiedersi, in apertura di serata   il   come mai tifoso laziale possa mancare in una serata del  genere. L’evento  inizia con la proiezione di  un video in ricordo  di  Mario  Facco e successivamente un video per Felice Pulici. “Felici di ricordare due grandi amici come Facco e Pulici, sarebbe stato meglio ricordarlo con l’auditorium gremito... riteniamo sia stata la cosa più giusta da fare, ma questo non deve scalfire la serenità della serata… Grazie per essere venuti e Forza Lazio” queste le parole di  Giancarlo  Oddi  che hanno  poi  dato  il  via alla serata . Presenti  in sala oltre a Wilson ed Oddi, anche Bruno  Giordano  , Suor Paola  ed i gemelli  Flavio e Francesco.  Si  alternano  sul  palco  tanti  artisti dal  cuore biancoceleste : Giandomenico Anellino a Roberto Panbianchi, Er Modifica, I Dreams in progress, Toni Malco Velia Donati  Gianfranco Butinar, i Carta Bianca. Primo  a  salire sul palco Giandomenico Anellino, direttore d’orchestra, chitarrista , arrangiatore, un artista musicale di  grande spessore. Arriva il momento  comico  con l’artista Roberto Ranelli  meglio  conosciuto  come  "Er Modifica". La serata procede alternando momenti  di  risate e momenti  di  commozione ed emozione, viene fatto omaggio alla Vittoria della Coppa Italia ed  ai  grandi  successi Nazionali  ed internazionali in casa Lazio, con un video  da brividi  di  Mirko  Borghesi . Dal video  prende spunto  Pino Insegno, per rimarcare la natura differente del  tifoso  laziale, “Il laziale ha un esibizionismo nascosto, non lo vedi dalla tuta …Noi laziali siamo fatti così”. Un breve accenno  serio   a quello  che sta accadendo  tra la Roma e Daniele De Rossi  “Quello che è successo a lui dispiace anche a me”..ma la vena laziale prevale e conclude “Al di là di questo gli americani ci hanno salvato due volte, una nel 45′ e una in questi anni” . Risate in platea! Arriva il  momento  di  Toni  Malco,  accompagnato da Giandomenico Anellino. Cent'anni d'amore.  Tutti  insieme ..Poi il  racconto  di  come  è nato  l’inno “Scrivi una canzone per la Lazio”, la richiesta di  Giorgio  Chinaglia , Felice Pulici il  primo ad ascoltarla. Conclude poi con  la canzone “Quanta strada Tom”, al  Grande  e mai  dimenticato  Tommaso Maestrelli. Scende la lacrima anche a me , che non ho  vissuto  quella Lazio. Si riprende a ridere con il conduttore radiofonico  Gianfranco  Butinar, con lui  sul palco sono  presenti con le sue innumerevoli  voci ,  Ranieri, Capello  Del  Neri , Zoff, Ibrahimovic  , Mihajlovic, un omaggio  al  Califfo . ed un’ovazione per Bruno  Giordano, che Butinar definisce il miglior centravanti italiano della storia. Emozionatissimo  Bruno  ringrazia. A questo  punto  tutto  l’auditorium canta “ So Già du Ore” con Velia Donati . Una prima parte ricca di  Emozioni  da vivere tutte d’un fiato. Si riprende con una clip sullo  scudetto  del  74 , con il duo comico I Carta Bianca ed un bellissimo momento  in ricordo  di  Lucio  Battisti, con un medley di  canzoni  eseguito dal  cantautore Roberto Pambianchi.  ..“Ho visto parecchie partite con il papà di Lucio Battisti... Abbiamo tanti tifosi importanti della Lazio: la Magnani, La Sora Lella, Dario Argento. Quasi viene da dire ‘Ma do’ stavano?’. Molta gente elegante è della Lazio”  ci  tiene a precisare Pino  insegno La serata  si avvia  verso  la conclusione con il  gruppo  musicale romano  Dream in Progress. A questo  punto  saltano  gli schemi, manca poco  alla mezzanotte , la serata deve terminare  , ma in maniera  del  tutto  imprevista si  accende una gara di  barzellette tra Pino Insegno, Er modifica e Butinar. La serata finisce qui… arrivano  i ringraziamenti;   un grazie a chi  organizza ogni  anno, con il cuore questo  evento e un  grazie a chi  ogni  anno  col cuore partecipa a questo  evento… con la speranza aggiungo , che il  prossimo  anno  non ci  siano  posti  vuoti.
Federica Villani


© Riproduzione riservata