INTER-LUKAKU FINALMENTE È UFFICIALE

Il mercato nerazzurro promette altre sorprese.

105
stampa articolo Scarica pdf

Nelle ultime ore si è chiuso il tormentone del mercato estivo per i nerazzurri che sono riusciti a finalizzare l’ingaggio di Romelu Lukaku, regalando all’allenatore Conte il nome più importante ed atteso dal tecnico tra i rinforzi indicati dallo stesso allenatore salentino come fondamentali per fare il salto di qualità in vista della stagione ormai alle porte.

Il corteggiamento dei nerazzurri parte decisamente da lontano e quello di Antonio Conte alla punta belga è addirittura precedente. Nel suo primo anno da allenatore del Chelsea aveva indicato proprio Lukaku come obiettivo più gradito per rinforzare il reparto offensivo ma poi il Chelsea perse il duello di mercato a suon di milioni di sterline con il Manchester United di Mourinho, che si assicurò il belga mentre il Chelsea prese Morata.

Ora però è arrivato il momento in cui Conte e Lukaku possono finalmente dare il via ad una nuova collaborazione professionale che tutti i tifosi nerazzurri si augurano possa essere la più proficua possibile portando grandi risultati in dote all’Inter. Nonostante il corteggiamento dei nerazzurri sia partito decisamente da lontano, non sono mancate le insidie per l’Inter che ad un certo punto sembrava poter perdere l’obiettivo Lukaku a causa dell’inserimento della Juventus che poco più di una settimana fa sembrava aver messo la freccia nella trattativa, proponendo al Manchester United uno scambio con Dybala. Da una parte le resistenze dell’argentino a trasferirsi in Inghilterra e dall’altra i rapporti solidi tra l’Inter e l’agente di Lukaku, Federico Pastorello, hanno consentito all’Inter di avere la meglio in una trattativa considerata da tutto l’ambiente nerazzurro la pietra miliare del mercato. La trattativa si è chiusa sulla base di 65 milioni di euro +10 di bonus e una percentuale sulla futura eventuale rivendita dell’attaccante. Il Manchester United alla fine ha accettato i termini di pagamento voluti da Marotta fin dall’inizio della trattativa e che, nelle prime fasi della negoziazione tra le squadre erano sembrati muri insormontabili che potevano mettere a serio rischio l’esito positivo della trattativa. Ma va certamente sottolineato come la dirigenza nerazzurra non abbia mai perso le speranze di condurre a termine questa trattativa con successo accontentando con decisione le richieste di Conte. L’attaccante belga ha finalizzato ufficialmente il suo passaggio in nerazzurro qualche ora fa siglando un contratto quinquennale da quasi 9 milioni di euro a stagione più eventuali bonus.

Dopo un’estate passata dal tecnico sostanzialmente senza reparto offensivo, questi ultimi giorni di mercato in casa Inter si preannunciano come davvero pirotecnici con diverse altre operazioni ben impostate che potrebbero concludersi positivamente anche nel giro di poco tempo. Manca pochissimo in particolare alla definizione dell’accordo con la Roma per trasferire a Milano Edin Dzeko. L’attaccante bosniaco dopo aver trovato un’intesa di massima con i nerazzurri lo scorso maggio, nelle ultime ore ha rotto gli indugi chiedendo espressamente la cessione alla Roma: l’Inter presenterà un’ulteriore offerta di circa 18 milioni di euro che si avvicina moltissimo alla richiesta iniziale del giallorossi che era di 20. Ma considerata l’età del giocatore e la scadenza del contratto fissata nel giugno 2020 si può considerare una valutazione più che soddisfacente per la Roma. Al momento non è ancora chiaro se nella stessa trattativa possa trasferirsi in nerazzurro anche Kolarov, ma probabilmente il discorso legato all’esterno verrà affrontato in un secondo momento, qualora i nerazzurri dovessero riuscire a piazzare alcuni esuberi tra gli esterni ad oggi a disposizione di Conte. Con la mancata partenza di Dybala in direzione Inghilterra resta infatti sempre viva la suggestione di uno scambio Icardi-Dybala che potrebbe concretizzarsi in queste ultime settimane di campagna trasferimenti.

Federico Ceste


© Riproduzione riservata