Udinese-Roma 0-4 Decima Giornata Serie A 2019-'20

Udinese-Roma 0-4 Decima Giornata Serie A 2019-'20

Roma, il poker in Friuli ti proietta al quarto posto

stampa articolo Scarica pdf

La Roma compie appieno il proprio dovere, espugnando Udine: i sei punti conquistati in pochi giorni (il successo sui friulani si aggiunge, infatti, al 2-1 casalingo di domenica scorsa sul Milan) consentono ai giallo-rossi d'issarsi al quarto posto, a due sole lunghezze dalla terza piazza (appannaggio dell'Atalanta).

Fin dall'inizio i giallo-rossi di dimostrano superiori ai bianco-neri: già all'11' un gran destro di Pastore termina a lato di pochissimo.

L'Udinese si fa vedere un minuto più tardi, protestando per un intervento di Santon in area su Sema, quindi al 13' giunge il vantaggio capitolino, ad opera di Zaniolo, il quale (lanciato da Kolarov) è freddo nell'approfittare del mancato intervento di Samir, battendo l'incolpevole portiere locale Musso con preciso sinistro.

La Roma, padrona del campo, si rende pericolosa al 24' con una punizione di Veretout terminata alta e al 30' con un sinistro di Zaniolo che finisce sul fondo.

Al 31' ha luogo l'episodio che potrebbe cambiare l'andamento della contesa, quando Fazio compie un fallo da ultimo uomo su Okaka, guadagnandosi l'espulsione: Roma in dieci.

In tale occasione, il VAR conferma la posizione regolare del giocatore dell'Udinese e (di conseguenza) l'allontanamento del difensore giallo-rosso.

I friulani ci provano al 45', ma la verticalizzazione di De Paul per Mandragora vede Pau Lopez attento nell'uscita.

La ripresa, che lo logica farebbe pensare di sofferenza, vede i “lupacchiotti” iniziare a spron battuto: al 48' una punizione di Kolarov (deviata da De Paul) costringe Musso a una grandissimo intervento, quindo al 51' una carambola su calcio d'angolo di Veretout consente a Smalling d'insaccare da due passi il raddoppio romanista.

L'Udinese è, ormai, alle corde, sicché la Roma cala il tris al 54': Pastore serve Kluivert, che dribbla Troost Ekong e realizza con un bel diagonale.

Dopo due occasioni mancate di poco da Dzeko (destro sul fondo al 58' e parata di Musso al 59'), i capitolini si portano sul 4-0 al 65', con Kolarov che trasforma con precisione un penalty concesso per un “mani” di Becao in area: Musso è spiazzato, per il poker romanista.

L'Udinese cerca il goal della bandiera con Jajalo al 76' e con Okaka all'86': in entrambi i casi la sfera termina sul fondo.

All'88' ci prova ancora Jajalo, ma Pau Lopez devia in angolo.

Finisce, quindi, con una netta vittoria della Roma, issatasi al quarto posto, a sole due lunghezze dalla terza piazza: per sapere se i giallo-rossi potranno ambire alla Champions League bisognerà attendere il prossimo 2 novembre, quando nella Capitale sarà ospite il Napoli.

Intanto, i "lupacchiotti" possono essere soddisfatti per una posizione di classifica che, visti gli innumerevoli infortuni, è più che soddisfacente.

Giuseppe Livraghi

(La fotografia è opera di Emanuele Gambino)

UDINESE-ROMA 0-4 (0-1)

RETI: Zaniolo al 13', Smalling al 51', Kluivert al 54', Kolarov al 65'.

UDINESE (3-5-2): Musso; Rodrigo, Troost Ekong, Samir; ter Avest (dal 55′ Nestorovski), Mandragora (dal 45′ Barak), Jajalo, de Paul, Sema; Lasagna (dal 78′ Pussetto), Okaka. Allenatore: Tudor.

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Santon, Fazio, Smalling, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo (dall'8′ Florenzi), Pastore (dal 69′ Cetin), Kluivert (dal 73′ Perotti); Dzeko. Allenatore: Fonseca

ARBITRO: Irrati di Pistoia.

© Riproduzione riservata