Inter-Roma 0-0 Quindicesima Giornata Serie A 2019-'20

Inter-Roma 0-0 Quindicesima Giornata Serie A 2019-'20

Inter fermata sullo 0-0 dalla Roma a San Siro: ora gli uomini di Conte rischiano il contro-sorpasso da parte della Juventus

stampa articolo Scarica pdf

Una solida Roma inchioda l'Inter sullo 0-0, guadagnando un punto importantissimo per la corsa alla qualificazione alla Champions League e rallentando la marcia dei meneghini (che ora rischiano di venir sorpassati dalla Juventus, impegnata nella Capitale con la Lazio).

La prima azione saliente della contesa giunge già al 7' e prende il via da un clamoroso errore di Veretout, un cui retropassaggio si tramuta in un ottimo assist per Lukaku: il sinistro di prima intenzione del belga trova, però, i guantoni di Mirante, strepitoso nella respinta.

La Roma non sta a guardare, provandoci al 19' con Zaniolo, il cui sinistro dal limite dell'area è bloccato in due tempi da Handanovic, quindi al 25' con Mkhitaryan, il cui traversone basso dalla sinistra non trova nessun romanista pronto per l'appoggio in rete.

Al 32' si fa vedere Lautaro, che ci prova di controbalzo dalla distanza: palla a lato, senza problemi per l'estremo difensore giallo-rosso.

In conclusione di tempo la Roma rischia: al 42' Vecino ruba palla a Perotti e, dopo uno scambio con Lukaku, cerca di servire nuovamente l'attaccante belga, ma il suo passaggio finale trova Smalling pronto a liberare, quindi al 43' un errore nel rinvio di Mirante dà il là a una confusa azione degli interisti, malamente sprecata da Brozovic, che dal centro dell'area mette oltre la traversa.

La prima frazione si conclude, quindi, sullo 0-0, con l'Inter pericolosa più per errori difensivi romanisti che per propri meriti.

Al 48' Mirante dimostra il suo valore (facendosi perdonare l'errore del primo tempo, che poteva costar caro) respingendo una conclusione di Vecino: l'esterno destro “a botta sicura” dell'interista vede, infatti, il portiere ospite lesto nell'allungarsi alla propria sinistra, deviando in angolo.

La partita si trascina fino alla conclusione con l'Inter a spingere in maniera inconcludente e la Roma (fra le cui fila al 68' Dzeko subentra a Perotti) a controllare con attenzione, rischiando solamente all'87', quando un traversone rasoterra di Vecino dalla destra vede Lautaro, contrastato da Mancini, “lisciare” clamorosamente la sfera, che termina fra le braccia dell'attento Mirante: i padroni di casa chiedono (seppur senza troppa convinzione) un calcio di rigore che non c'è, poiché il romanista non incoccia sull'avversario e, sul rimbalzo del pallone, non tocca la sfera con la mano.

Finisce, quindi, sul nulla di fatto, con gli uomini di Antonio Conte che si portano momentaneamente a +2 sulla Juventus, mentre la Roma dimostra di meritare il posto nei “piani alti” della graduatoria e di poter lottare fino alla fine per la qualificazione alla Champions League.

Giuseppe Livraghi

INTER-ROMA 0-0

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva (dal 45' Lazaro), Vecino, Valero (dal 72' Asamoah), Brozovic, Biraghi (dall'88' D'Ambrosio); Lukaku, Lautaro Martinez. Allenatore: Conte.

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Santon (dal 16' Spinazzola); Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Veretout; Mkhitaryan (dall'89' Florenzi), Pellegrini, Perotti (dal 68' Dzeko); Zaniolo. Allenatore: Fonseca.

ARBITRO: Giampaolo Calvarese di Teramo.

© Riproduzione riservata