Antonio Martino Presenta La Nuova Collezione Ad Altaroma

Antonio Martino Presenta La Nuova Collezione Ad Altaroma

Le creazioni Autunno-Inverno 2020/2021 di Antonio Martino, sfilano al Guido Reni District

stampa articolo Scarica pdf

Si susseguono gli eventi targati Altaroma nella capitale, che nella serata di venerdì 24 gennaio dalle ore 21.30, vedrà il selezionato pubblico del Guido Reni District, assistere alla presentazione della collezione Autunno-Inverno 2020/2021 disegnata dal creativo Antonio Martino, svelata nella Sala 1 dell'ex caserma di Via Guido Reni.

Sarà un mix creativo che giocherà tra simmetrie conclamate e mancate, che si uniranno ai contrasti dati dai volumi scultorei e dalle linee minimal che lo stilista ha pensato per il ready to wear della prossima stagione, presentato alla platea con lo sguardo rivolto al Rinascimento Giapponese. Questo il tema portante scelto da Antonio Martino, che donerà agli invitati presenti quel sapore orientale, misto a sperimentazioni materiche ricercate e a rivisitazioni contemporanee che strizzano l'occhio allo street style. Un mash up fatto da creazioni uniche, unite insieme da un'idea di alta moda composta da poetici sogni prêt-à-couture da indossare.

Nella progettazione l'artista ha fatto riferimento all'antica Leggenda Giapponese di Tanabata. La storia narra di due amanti che, separati per volere degli dei, sono costretti a vivere il loro amore solo una volta l'anno, ovvero il settimo giorno del settimo mese. E' per questo che, affascinati dallo struggente racconto d'amore, il 7 luglio in Giappone si rende omaggio agli innamorati più longevi d'Oriente, per cui vengono realizzati con grande maestria degli origami, piegati come tessuti, sui cui lembi vengono scritte delle frasi e dei desideri romantici. Gli stessi, saranno poi annodati dalla gente sui rami di bambù, nelle zone sacre e nei luoghi di culto. E' proprio questa leggenda, molto diffusa nel Rinascimento Giapponese, ad ispirare la collezione Urban Park volume 4, arricchita da dettagli di armature, dai kimono e da paraventi finemente decorati che danno vita a creazioni dal fascino orientale e metropolitano, che convive grazie all'utilizzo di diverse texture. Si fondono così la morbidezza della lana, la durezza della pelle e la leggerezza geometrica delle lavorazioni plissé, restituite al pubblico attraverso la sfilata presentata nell'esclusivo evento di Altaroma.

“Penso che la moda abbia ancora capacità di comunicare ed emozionare. Quando ho iniziato a disegnare il quarto capitolo di una linea che è ormai il mio tratto distintivo, mi sembrava naturale ricercare nella tradizione la modernità. Ho pensato al Giappone, luogo magico dove la contemporaneità abbraccia la storia. Il made in Italy ha bisogno di essere valorizzato e promosso all’estero attraverso un costante processo di internazionalizzazione. Ringrazio di cuore i miei genitori e la mia famiglia per aver creduto nel mio sogno”, dichiara Antonio Martino.

Giubbotti, cappe, felpe, abiti e capispalla dalle forme nuove, con particolari che sfidano la forza di gravità. Long dress realizzati per esaltare la femminilità e la sensualità della donna che, grazie all’originalità degli abiti, potrà provare la sensazione di essere ammirata intensamente come suggerisce la storica leggenda nipponica.

Si ringrazia: Altaroma, ICE, Accademia del Lusso, Ufficio stampa & Comunicazione: Silvia Santori, Consulente artistico: Paola Rotella, Styling: Carolina Turra e Alessia Masia, Supporto grafico: Eleonora Martelli e Alessandro Cordeschi, Photo shooting: Justyna Pawlowska, Consulenza Italia-Giappone: Marina Furegon, Calligrafia giapponese (Shoka): Yoko Kawabata, Make up artist & Hair Styling: Antonio Ciaramella e il suo staff per Roma Eur Academy, MC Models, Supporto tecnico: Spazio 2.O, Emilia Scaccia, Marisa Fantacchiotti, Anna Cilli, Francesca Di Giovanni e la regia di Francesco Estela

Articolo di Roberta Savona

© Riproduzione riservata