Taglio Cesareo. Prove Sul Suicidio

Taglio Cesareo. Prove Sul Suicidio

Teatro India 16 | 17 giugno ore 21.00 lungotevere Vittorio Gassman 1 (già lungotevere dei Papareschi) ingresso disabili via Luigi Pierantoni 6

626
stampa articolo Scarica pdf

In occasione di

CORSO POLONIA 13. Festival della Cultura Polacca a Roma

Taglio cesareo. Prove sul suicidio

spettacolo del Teatr ZAR

Direzione del progetto: Jarosław Fret

Collaborazione musicale: Mariana Sadowska

Collaborazione alla partitura del movimento: Vivien Wood

Realizzazione luci: Jarosław Fret

Performer/musicisti: Kamila Klamut, Ditte Berkeley (le donne) | Maciej Matejka (l’uomo) | Nini Julia Bang |Alessandro Curti |Jarosław Fret |Aleksandra Kotecka |Ewa Pasikowska | Orest Sharak |Tomasz Wierzbowski

Prima italiana: Fabbrica Europa Festival, Firenze, 2007

Premi: Edinburgh Festival Fringe, 2012 - Total Theatre Award nella categoria Physical/Visual Theatre e Herald Angel Award

Sarà in scena al Teatro India il 16 e 17 giugno (ore 21.00) – in occasione di CORSO POLONIA 13. Festival della Cultura Polacca a Roma – lo spettacolo Taglio cesareo. Prove sul suicidio | Cesarskie Cięcie. Próby o Samobójstwie, spettacolo del Teatr ZAR.

In scena: Kamila Klamut, Ditte Berkeley, Maciej Matejka, Nini Julia Bang, Alessandro Curti, Jarosław Fret, Aleksandra Kotecka, Ewa Pasikowska, Orest Sharak, Tomasz Wierzbowski. Direzione del progetto: Jarosław Fret

Il titolo dello spettacolo è nella sua essenza la metafora della necessità del suicidio e della condizione suicida. Si tratta della possibile, e allo stesso tempo inevitabile capacità di prolungare il proprio respiro, nel momento in cui si sentono nelle vene i pezzi di vetro che non sono ancora riusciti ad arrivare al cuore.

La linea principale della struttura musicale dello spettacolo è costruita sulla base di canti polifonici corsi, in cui sono stati inseriti motivi bulgari, romeni, islandesi e ceceni. L’energia della musica qui elaborata deve molto a Erik Satie e al suo riconoscimento della forza contenuta in ogni goccia di suono. Il tradizionale materiale musicale è stato tuttavia trasformato in una forma contemporanea e arricchito di un’intensa partitura di movimento. Nel suo sostrato letterario Taglio cesareo fa riferimento all’opera della scrittrice e attrice Aglaja Veteranyi, morta suicida, e alle riflessioni di Albert Camus.

Nel corso del lavoro sullo spettacolo, i membri del Teatr ZAR si sono recati a più riprese in Corsica alla ricerca del materiale musicale che sarebbe divenuto la base della futura partitura musicale. Un momento particolarmente importante è stata l’attiva partecipazione alla liturgia pasquale di Tox, vicino a Bastia; per questo motivo la musica liturgica delle confraternite corse costituisce il culmine dello spettacolo. Sulla sua “tettonica” sono state sovrapposte le linee bulgare che a loro volta rappresentano uno dei motivi principali della drammaturgia musicale.

Non c’è che un problema filosofico veramente serio: il suicidio. Giudicare se la vita valga o non valga la pena di essere vissuta significa rispondere alla domanda fondamentale della filosofia. Il resto, se il mondo abbia tre dimensioni, se lo spirito abbia nove o dodici categorie, viene dopo. Sono dei giochi; prima bisogna rispondere. [...] Sono delle ovvietà che il cuore sente, ma che bisogna approfondire per renderle chiare allo spirito. [...]Albert Camus, “L'assurdo e il suicidio” in Il mito di Sisifo, (traduzione di Attilio Borelli, Bompiani, Milano, 2001)

Durata spettacolo : 45’

Il Festival CORSO POLONIA 13. Festival della Cultura Polacca a Roma, è organizzato dall’Istituto Polacco di Roma e dalla Capitale Europea della Cultura Wrocław 2016.

in collaborazione con:

Associazione Teatro di Roma, Teatro India, Casa del Jazz , Casa delle Letterature , Chiesa di Santa Maria in Cosmedin , Ente Nazionale Polacco per il Turismo di Roma , Fondazione Teatro della Toscana - Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale, Grotowski Institute Wrocław, Impart 2016 Festival Centre , Jazztopad Festival di Wrocław. Monk Circolo ARCI, National Forum of Music Wrocław, Spazio Europa, gestito dall'Ufficio d'informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Theatre Institute Varsavia

partner strategico: KGHM

con il patrocino di: Roma Capitale - Assessorato alla Cultura e al Turismo nell’ambito del Mese della Cultura Internazionale

Teatro India

lungotevere Vittorio Gassman 1 (già lungotevere dei Papareschi)

ingresso disabili via Luigi Pierantoni 6

biglietti: intero 18 euro | ridotto 1 (under 35 e over 65) - 16 euro |ridotto 2 (cral e convenzionati) - 14 euro |10 euro - dietro presentazione del programma del Festival Corso Polonia

© Riproduzione riservata