Lazio Benevento 0 0 Amichevole In Famiglia

Lazio Benevento è l'ultima amichevole del precampionato tra i fratelli Inzaghi che non si fanno male. Biancocelesti senza Milinkovic e Luis Alberto, si fa vedere Akpa Akpro

stampa articolo Scarica pdf

Doveva essere l'esordio in Serie A: rinviate Lazio-Atalanta e Benevento-Inter per gli impegni europei dei due club neroazzurri, la squadra biancoceleste ha organizzato l'ultima delle amichevoli precampionato in casa contro il Benevento di Filippo Inzaghi. Una sfida da libro cuore per la Lazio dopo il Frosinone di Alessandro Nesta, amichevole in famiglia come ultimo test prima di fare sul serio. E si torna così allo Stadio Olimpico: salutato pochi mesi fa con l'ufficialità della Champions League, lo ritroviamo ancora deserto, con i cartonati a rappresentare i tifosi pronti a sostenere a distanza la Lazio. 

L'undici biancoceleste conferma quanto di buono mostrato contro il Frosinone, ma fatica a trovare la via del gol. Non brilla la scarpa d'oro Ciro Immobile che come sempre si prodiga comunque tanto per la squadra. Tra le buone notizie c'è indubbiamente il recupero di Luis Leiva, tornato in campo dal primo minuto, e la risposta in campo di Lukaku: su quella fascia ci si aspettava un intervento sul mercato,  con la partenza di Jony, l'infortunio di Lulic e soprattutto le tre competizioni da affrontare, ma al momento quella fascia sembra del numero 5. Ottimo l'impatto sul match di Felipe Caicedo che è entrato nel corso del secondo tempo.  

La partita -  

I due migliori fuori, Simone Inzaghi senza Luis Alberto e Milinkovic.

 Lo spagnolo ha interrotto l'ultimo allenamento, mentre il serbo è tornato malconcio dall'impegno con la sua nazionale si preferisce risparmiarlo prima degli impegni ufficiali. In campo quindi Akpa Akpro e Leiva dall'inizio e in attacco la collaudata coppia formata da Correa ed Immobile. Ed è proprio il nuovo Akpa Akpro a dare buone indicazioni: manca di poco di testa su un assist al bacio di Lukaku e va vicino al gol al quarto d'ora. Nei primi minuti di gioco è il giocatore che riesce a mettersi più in evidenza, insieme a Manuel Lazzari, già in piena forma campionato. Altra occasione per la Lazio nei minuti finali del primo tempo  e ancora protagonista Akpa Akpro: un'azione simile a quella di avvio di gara con cross di Lukaku, questa volta il numero 92 ci arriva di testa, ma rimette il pallone in mezzo quando avrebbe potuto tentare la deviazione in porta. Un'altra occasione in cui dimostra di essere quanto meno una valida alternativa: sempre presente, con o senza palla, nel vivo dell'azione. 

Sussulto anche degli ospiti al 37^, ma è solo il modo per Strakosha di essere chiamato in causa in questo primo tempo. 

Evanescenti i primi 45 minuti di Correa, che si accende negli ultimi 5 minuti, quando trova lo spazio dietro la difesa giallorossa delle "Streghe".  E comincia da dove ha concluso Correa che al primo minuto della ripresa impatta bene di testa su assist di Lazzari, ma il pallone è centrale nelle bracca di Montipò. Al 4^ minuto altro colpo di testa molto pericoloso, questa volta di Caprari, ma è bravo Strakosha a deviare sopra la traversa. 

Per vedere Ciro Immobile occorre aspettare il 13^ del secondo tempo. Prima uno schema su punizione: Leiva non tira, ma va per vie orizzontali verso il compagno che da una ventina di metri tenta il tiro che passa tra le gambe di tanti giocatori e viene deviato in angolo. Dalla bandierina ancora Leiva, ancora per Immobile che si complica le cose trascinandosi il pallone sulla linea.  Al 16' buon contropiede dettato dal duo Immobile-Correa, con l'argentino che fa tutto bene, tranne il tiro preciso tra le braccia di Montipò.

Al 18^ i primi cambi di Simone Inzaghi che manda in campo  Caicedo, Escalante e Marusic per Leiva, Parolo e Lukaku. Cambia quindi modulo Simone Inzaghi con Caicedo alle spalle di Correa ed Immobile: una mossa anche in vista degli innesti di Muriqi e quello probabile di Callejon di cui si parla con sempre più insistenza. 

Al 25^ nuovo tentativo di Ciro Immobile: il suo finisce, deviato, sull'esterno della rete. Bellissimo al 28^ il movimento di Caicedo su assist di Correa: tutto per vie centrali, il tiro del numero 20 viene anticipato da Letizia che riesce  a negargli il gol. Un minuto più tardi recupera bene ancora Caicedo che non riesce a servire Immobile. 

Nell'ultimo quarto d'ora torna in campo a disposizione di Simone Inzaghi Danilo Cataldi, al posto di Akpa Akpro.  In campo minuti anche per Armini, Adekanue, Kiyine e Bastos.

La Lazio ancora non brilla e non è certamente quella che aveva fatto sognare nella passata stagione. C'è ancora tempo una settimana per rodare la manovra, inserire qualche acquisto e recuperare i giocatori. Non sembra facile, ma la fiducia è accresciuta grazie ad un certo Simone Inzaghi. 

Enrica Di Carlo 

© Riproduzione riservata