Lazio E Roma, Diverse Ma Con Obiettivi Simili

La capitale d'Italia è da sempre divisa in due grandi schieramenti calcistici, quello a tinte giallo rosse e quello a sfumature bianco celesti.

stampa articolo Scarica pdf


La capitale d'Italia è da sempre divisa in due grandi schieramenti calcistici, quello a tinte giallo rosse e quello a sfumature bianco celesti. Quest'anno, con il campionato di Serie A che si accinge a iniziare in ritardo per cause di forza maggiore, le due compagini capitoline hanno vissuto una sessione di calciomercato estiva piuttosto paradossale, senza particolari acquisti di livello, e potrebbero vivere una stagione di transizione. Se, da un lato, la Roma può contare su una nuova proprietà nordamericana, che ha acquistato il titolo da James Pallotta poche settimane fa per una cifra intorno ai 600 milioni di euro, la Lazio continua a essere sostenuta dal modello di Claudio Lotito, un attento risparmiatore in grado di creare comunque una squadra capace di lottare l'anno scorso per lo Scudetto e finire poi a giocare la Champions League. 

Nonostante l'anno scorso tra le due squadre ci siano stati ben otto punti di distacco, quest'anno le differenze potrebbero assottigliarsi. In questo momento, se ci basiamo sulle più aggiornate quote delle scommesse di Serie A online in questo momento vediamo come entrambe le squadre romane siano considerate principalmente come delle outsider nella lotta allo Scudetto. In cima, infatti, Inter e Juventus raccolgono la maggior parte dei consensi dopo essersi ulteriormente rafforzate nella campagna acquisti estiva che ancora deve terminare. Per quanto riguarda la squadra allenata dal portoghese Paulo Fonseca, il fatto di dover giocare l'Europa League il giovedì potrebbe sicuramente danneggiare la preparazione delle partite di campionato, eppure da un altro punto di vista il dover disputare un tipo di competizione meno esigente rispetto alla Champions potrebbe essere un vantaggio in campionato. Gli arrivi dell'esperto attaccante spagnolo Pedro e del promettente difensore albanese Kumbulla, fanno sicuramente ben sperare per l'immediato futuro, anche se l'obiettivo principale dei giallorossi, oltre a onorare l'Europa League, è proprio quello di tornare a giocare quella Champions i cui introiti sono fondamentali per mantenersi competitivi. 

Se ci spostiamo invece a Formello, vediamo come Tare ha continuato a lavorare sotto traccia per portare a Roma un giocatore poco seguito ma di talento come il kosovaro Verdat Muriqi, un promettente classe 1994 proveniente dal Fenerbahce, squadra turca nella quale l'anno scorso ha realizzato ben 15 reti in totale. In questo modo, la squadra allenata da Simone Inzaghi, uno dei tecnici più di spicco di questo periodo, potrà contare su un altro attaccante concreto e dinamico per riuscire a dare un po' di respiro a Ciro Immobile, fresco vincitore della Scarpa d'oro e intenzionato a vincere nuovamente il titolo di capocannoniere del campionato dopo aver fatto registrare anche il record assoluto di goal (36) eguagliando le prestazioni dell'argentino Gonzalo Higuain. La Lazio, che l'anno scorso ha subito un netto tracollo nel finale di stagione, mollando così la presa sul titolo nazionale nelle ultime partite, dovrà risolvere anche il contenzioso con il difensore Francesco Acerbi, uno degli uomini più importanti della squadra, il cui rinnovo è in questo momento in fase di stallo.

La Roma del calcio, sempre così divisa, quest'anno vede invece due squadre equivalersi sulla carta, e tutto lascia presagire che la sfida del calcio capitolino sarà più divertente che mai.

Foto Roberto Proietto / unfoldingroma 

Michele Stentella

© Riproduzione riservata