Pompei: Ritrovato Un Carro Da Parata

Pompei: Ritrovato Un Carro Da Parata

Il carro da parata era forse destinato per il culto di Cerere e Venere o semplicemente a un'aristocrazia cerimoniale di Nozze

stampa articolo Scarica pdf


Qualche giorno addietro il Parco Archeologico di Pompei e dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata hanno annunciato il ritrovamento di un carro da parata. Massimo Osanna dice: è un "unicum", aggiunge potrebbe trattarsi di un "pilentum", l'antico carro cerimoniale usato dalle élites. Il confronto come afferma Osanna'' si può fare unicamente con una serie di carri ritrovati quindici anni fa in una tomba della Tracia, nella Grecia settentrionale al confine con la Bulgaria". Il carro da parata era forse destinato per il culto di Cerere e Venere o semplicemente a un'aristocrazia cerimoniale di Nozze. Ancora non si sa' con certezza la sua funzione ma non passa inosservato con le sue preziose decorazioni. E' stato rinvenuto integro, mostra decori armoniosi e leggeri, presenta dei elementi in ferro che s'intrecciano alle decorazioni in bronzo e rame. Il carro da parata presenta 4 ruote alte in ferro che reggono il cassone in legno. Il cassone è decorato sia con elementi metallici che con semplici dipinti. Vi sono ancora le tracce dei cuscini, delle funi per reggere le corone di fiori, persino le impronte di due spighe di grano lasciate su un sedile.

Il retro è finemente decorato, gli studiosi definiscono "un articolato sistema decorativo che prevede tre distinti registri con una successione di medaglioni in bronzo e stagno con scene figurate a sfondo erotico" .

Osanna illustra che le scene dei medaglioni che impreziosiscono il retro del carro richiamano all'eros. E' una scoperta importante per il mondo scientifico e soprattutto per il patrimonio storico e artistico della nostra Italia.

Una scoperta, sottolinea il ministro della cultura Dario Franceschini, "di grande valore scientifico".

Mimma Gaziano

© Riproduzione riservata