Corsi E Ricorsi Storici Dei Confronti Tra Italia E Spagna

Corsi E Ricorsi Storici Dei Confronti Tra Italia E Spagna

Il ciclo della grande Spagna iniziò con un successo ai rigori sull'Italia campione del mondo. E quei rigori della Confederations Cup 2013...

stampa articolo Scarica pdf

Italia-Spagna è una delle sfide più ricorrenti dal 2008 a oggi.

Il ciclo si apre a Vienna il 22 giugno 2008, ai quarti di finale del Campionato Europeo austro-svizzero, dove gli iberici hanno ragione dell'Italia campione del mondo in carica piegandola per 4-2 dopo i tiri di rigore (0-0 al 90', rimasto tale nei supplementari): il successo infonde convinzione alle "furie rosse", che il successivo 29 giugno conquistano il trofeo, ponendo fine a 44 anni di digiuno.

Le due Nazionali si affrontano per due volte nella successiva kermesse continentale, organizzata congiuntamente da Polonia e Ucraina: all'1-1 del 10 giugno 2012 a Danzica, nella gara d'esordio nel girone C (vantaggio azzurro con Antonio Di Natale al 61', immediatamente recuperato da Cesc Fabregas al 64'), fa seguito la netta affermazione per 4-0 degli spagnoli nella finale del 1° luglio a Kiev.

Un anno più tardi, le due selezioni sono di nuovo di fronte, stavolta in semifinale della Confederations Cup organizzata in Brasile: il 27 giugno 2013, in quel di Fortaleza, lo 0-0 iniziale resta tale fino al 120', sicché la qualificazione è decisa dai rigori, dove un errore di Leonardo Bonucci (che calcia malamente alto) manda in finale gli spagnoli.

A quel punto, facendo due calcoli, si scopre che l'ultima vittoria azzurra sulla Spagna in competizioni ufficiali risale al quarto di finale del Campionato Mondiale del 1994 negli Stati Uniti: 2-1 il 9 luglio 1994 nella gara disputata a Foxborough (sobborgo di Boston), con reti italiane di Dino Baggio al 26' e di Roberto Baggio all'88', inframezzate dal momentaneo pareggio spagnolo firmato da José Luis Caminero al 58'.

L'incantesimo viene spezzato il 27 giugno 2016 a Saint-Denis, quando gli uomini del CT Antonio Conte hanno la meglio negli ottavi di finale del Campionato Europeo organizzato in Francia: 2-0, con reti di Giorgio Chiellini al 33' e di Graziano Pellè al 91'.

Le due compagini tornano ad affrontarsi pochi mesi più tardi, il successivo 6 ottobre a Torino, nel girone G di qualificazione al Campionato Mondiale di Russia 2018: 1-1, con un rigore di Daniele De Rossi all'82' che impatta il vantaggio ospite opera di Vitolo al 55'.

Da dimenticare il confronto di ritorno (2 settembre 2017 a Madrid), conclusosi con la netta vittoria per 3-0 della Spagna: una "bastonata" che toglie sicurezza agli Azzurri, poi battuti dalla Svezia nei successivi play-off e clamorosamente non qualificati al Mondiale, a sessant'anni di distanza dalla precedente volta.

E siamo all'attualità: lottando, soffrendo, senza mai cedere, gli Azzurri di Roberto Mancini centrano la finale del Campionato Europeo 2020 (posticipato al 2021 a causa della pandemia di COVID-19), la quarta della storia della Nazionale, dopo quelle del 1968 (in casa, unica affermazione dell'Italia nella kermesse continentale, piegando 2-0 la Jugoslavia nella ripetizione, dopo l'1-1 del primo confronto), 2000 (sconfitta per 1-2 dopo i tempi supplementari al cospetto della Francia, nell'edizione organizzata congiuntamente da Belgio e Olanda) e 2012 (sconfitta 0-4 con la Spagna nella kermesse disputata in Polonia e in Ucraina).

L'1-1 dei tempi regolamentari (Azzurri avanti al 60' con Federico Chiesa, ma raggiunti all'80' da un acuto di Alvaro Morata) resta tale anche dopo la mezz'ora aggiuntiva, con l'Italia che si aggiudica la contesa ai tiri di rigore, uno dei quali è realizzato da Leonardo Bonucci, il quale riscatta l'errore di otto anni addietro.

Il ciclo dell'irresistibile Spagna iniziò da un successo ai rigori sull'Italia (nel Campionato Europeo del 2008): facendo i dovuti distinguo e le proporzioni, si può affermare che il ritorno dell'Italia tra le "grandi" ha avuto luogo proprio dal successo sulle "furie rosse" in questa rassegna continentale.

Sarà forse la volta buona per conquistare il trofeo, che manca da Roma dal lontano 1968?

La risposta arriverà domenica in tarda serata.

Italia e Spagna torneranno a incontrasi molto presto: il prossimo 6 ottobre in quel di Milano, nelle semifinali della Nations League.

Giuseppe Livraghi

Fonte della fotografia: pagina Facebook ufficiale della Nazionale Italiana di Calcio


© Riproduzione riservata