Calciomercato Lazio Caos Kostic Ora Tutto Su Zaccagni

Ultime ore di calciomercato per la Lazio che deve completare la rosa per dare a Sarri quanto richiesto. Intanto, saltato Kostic il primo nome nella lista del tecnico

stampa articolo Scarica pdf

Ultime ore di calciomercato e in casa Lazio si affacciano i fantasmi del passato. Se fin qui il lavoro biancoceleste è stato apprezzato, ai più sembra che si stia perdendo l'ennesima occasione per il tanto agognato salto di qualità. L'arrivo di Sarri, il ritorno di Anderson, i soldi per sbloccare l'indice di liquidità e la cessione di Correa: tutto sembrava andare per il verso giusto. Certo, i tempi sempre quelli laziali, ma si poteva soprassedere. E mentre sul campo le risposte sono positive, gli ultimi giorni di trattative dovevano servire a completare la rosa e renderla sempre più competitiva. Le ore passano, però, e le cose sembrano andare sempre nello stesso verso, quello sbagliato, quello degli "intoppi" dell'ultimo secondo. 

La cessione di Caicedo al Genoa, più dolorosa di quella di Correa all'Inter, lasciano la Lazio con Muriqi come vice Immobile e senza nessuna alternativa titolare al posto di Correa. Perchè è vero che Pedro è stato fin qui perfetto, ma non può essere il solo. Il sogno era Kostic, perfetto, richiesto da Sarri, a quanto pare bloccato, ma infine saltato. E' stato un susseguirsi di notizie: prima che l'Eintracht aveva accettato l'offerta della Lazio di 18 milioni di euro, con il giocatore che aveva già un accordo con la Lazio, l'acquisto sembrava fatto. In serata il ribaltone: la Bild ha reso noto che la Lazio non avrebbe mai presentato ufficialmente l'offerta al club per  Kostic. Il club avrebbe quindi tolto dal mercato il giocatore, generando la sorpresa del direttore sportivo Igli Tare che era disposto  a trattare ancora per il giocatore. Insomma, un vero e proprio caos fatto di e-mail errate, offerte al ribasso, tira e molla che nelle ultime ore di mercato hanno fatto innervosire anche il Presidente Claudio  Lotito. 

Fatto sta che Maurizio Sarri non ha quanto richiesto a ricoprire un ruolo indispensabile e titolare. Tutto su Zaccagni ora, che sarebbe comunque una buona scelta, ma a tutti gli effetti un ripiego nel modulo e nelle idee dell'allenatore. 

Preoccupa poi che  a poche ore dalla chiusura del mercato mancano all'appello un difensore e  un vice Leiva: se negli altri reparti oltre ai giocatori e alle "trattative", in questi due reparti fondamentali non sono previsti arrivi. Eppure tutti abbiamo sotto gli occhi i nomi biancocelesti, le lacune e gli errori nelle ultime apparizioni biancocelesti. 

Vero che Sarri è uomo di campo, vero che i campioni sono ancora tutti a Roma, ma non cogliere l'occasione perfetta per rendere la Lazio una squadra veramente completa sarebbe un errore veramente clamoroso. 

Enrica Di Carlo / Foto Emanuele Gambino 

© Riproduzione riservata