CIRO IMMOBILE, UN VERO CAPITANO

IL NAPOLETANO, COME SPESSO ACCADE, SI CARICA LA LAZIO SULLE SPALLE E AIUTA LA LAZIO A BATTERE L'INTER.

stampa articolo Scarica pdf

La Lazio vince, batte l’Inter e si rilancia.  Secco cosi, senza se e senza ma.

Ma, di ma ce ne possono essere a decine stasera. La Lazio sotto, sembra persa, smarrita e in balia dell’ex Simone Inzaghi, ma, ad un certo punto, esce fuori il capitano, il simbolo della Lazio degli ultimi anni, il numero 17 biancoceleste, Ciro Immobile. In una rincorsa, dalla sua area fino al pressing su Handanovic, si è accorto che la squadra era in panne, spenta e ha deciso di urlare, di arrabbiarsi e rimproverarla affinché reagisse. Il cambio di rotta c’è stato in quell’istante: la Lazio è ritornata al pressing, a creare e a mettercela tutta.

C’è stato l’episodio chiave con Di Marco a terra, ovviamente con la partita che gira verso la Lazio, ma non è, come ci raccontano spesso, un episodio che cambia la partita, l’Inter se avesse potuto e voluto poteva raddrizzarla, la partita, è la Lazio insieme a Ciro Immobile che invece ha suonato la carica e dato l’opportunità a Sarri di vincere un’altra sfida importante dopo il derby con la Roma.

Ciro Immobile ancora una volta si è caricato la squadra sulle spalle, ancora una volta ha messo i critici con le spalle al muro: Immobile non rende in Nazionale, Immobile con Sarri non è più al centro del progetto; la risposta sul campo è stata chiara e decisa: lui non molla mai.

GIUSEPPE CALVANO

FOTO EMANUELE GAMBINO 

© Riproduzione riservata