TRE SPINE PER MISTER SARRI

LUIS ALBERTO, MURIQI E RADU CON ESCALANTE, TRE PROBLEMATICHE DIVERSE TRA LORO MA COMUNQUE IMPORTANTI PER IL MOMENTO LAZIO.

stampa articolo Scarica pdf

La Lazio avrebbe meritato la vittoria, è stata sempre in partita e nel finale con i cambi solo per casualità non è riuscita a prendersi la posta piena in palio. Decisivi i cambi del Comandante per dare la svolta a una partita tatticamente perfetta delle due squadre, occasioni si ma mai chiare e limpide, mai errori che potevano portare a cambiare il risultato iniziale di 0 a 0.  Con i cambi, soprattutto Raul Moro e Luis Alberto, la Lazio ha cambiato marcia e preso d’assalto la porta di Lopez senza però alla fine riuscire a bucare la porta del Marsiglia.

Restano in piedi alcune domande che possiamo porci, Luis Alberto è o no un titolare della Lazio di Sarri?

Nemmeno un minuto per Muriqi, è davvero fuori dai pensieri del mister?

Radu e Escalante prima o poi avranno una chance?

L’allenatore ha tutto il diritto delle proprie scelte, fa un po’ strano vedere il numero 10 entrare in partita in corso, lo spagnolo con Simone Inzaghi era tra gli intoccabili, ma il ruolo che potrebbe ritagliargli il mister potrebbe essere decisivo per la Lazio e per Luis stesso, in conferenza Sarri ha ribadito che la convivenza con Milinkovic non è possibile, almeno dall’inizio uno gioca e uno aspetta che le squadre si stanchino per dare una marcia in più una volta entrato in campo. Ma Luis accetterà suo malgrado questa scelta? Continuerà con il sorriso come questa sera o come contro l’Inter? Un problema non di poco, Sarri andrà avanti con le sue idee, conoscendo il personaggio sarà dura fargli cambiare opinione, Basic gli da concretezza dietro e forza fisica davanti, è giovane e promettente e cosa non di poco è appena arrivato nell’ultima sezione di mercato. Sicuro è che se la squadra girerà alla grande il problema “Luis Alberto” sarà molto ridimensionato, al contrario al primo risultato negativo potrebbe esplodere il caso Alberto.

Discorso inverso per Muriqi, il kossovaro mai decisivo in campo sembra essere proprio l’ultima scelta del mister, un peccato ma il ragazzo ha dimostrato di non essere mai all’altezza quando è stato chiamato in causa. A gennaio probabilmente ci sarà aria di divorzio.

Radu e Escalante sono usciti dai radar del Comandante, starà a loro far cambiare idea al mister, il proseguo in Europa League potrebbe aprire porte per giocare minuti e mettere in difficoltà il tecnico toscano.

GIUSEPPE CALVANO

Foto Emanuele Gambino

© Riproduzione riservata