Fendi E La Mostra

La prestigiosa Maison Capitolina inaugura la sua presenza al Palazzo della Civiltà nel quartiere Eur con una serie di eventi

stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Fu molto caro a Federico Fellini che lo adottò insieme agli spazi circostanti per l’ambientazione di alcune scene dei suoi film, poi per molti anni vicende alterne lo hanno relegato in quella parte di patrimonio artistico e immobiliare interdetto alla comunità.

Oggi però Roma con il  suo quartiere dell’ Eur ritrovano il Palazzo della Civiltà grazie alla Maison Fendi, che ha ottenuto in concessione lo spazio per 15 anni per farne il suo headquarter a tutti gli effetti.

Come dichiarato da Pietro Beccari, presidente e amministratore delegato della prestigiosa casa di moda fondata da Adele e Edoardo Fendi a Roma nel 1925, l’edificio monumentale progettato a fine anni Trenta è il luogo ideale per rappresentare FENDI perché “celebra l’eccellenza italiana e richiama le nostre radici romane e il dialogo perpetuo tra tradizione e modernità”.

Così il Palazzo della Civiltà, detto anche della Civiltà del Lavoro, inizia il suo dialogo con il pubblico grazie alla destinazione del primo livello a spazio espositivo e a caffetteria e bookshop con un dinamico programma di mostre su design e arte contemporanea oltre ad avere, naturalmente, un occhio sempre attento sull’universo della moda.

Proprio in occasione dell’inaugurazione di Palazzo della Civiltà Italiana, il 22 ottobre, sarà presentata la mostra “Una Nuova Roma” aperta al pubblico gratuitamente al primo piano dell’Edificio, dal 23 ottobre 2015 al 7 marzo 2016, nell'area che FENDI ha deciso di destinare anche per il futuro a spazio espositivo.

La mostra, realizzata in collaborazione con Assessorato Cultura e Sport di Roma  – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, nel quadro di una inedita e stimolante cooperazione tra imprenditoria privata e ente pubblico, si pone in continuità con l’impegno della Maison nella promozione di una politica di sostegno e valorizzazione dell’eredità storica e culturale della Capitale, che ha già portato alla recente opera di restauro della Fontana di Trevi e del complesso delle Quattro Fontane. 

L’esposizione prevede disegni, schizzi e studi dei grandi protagonisti dell’architettura italiana del Novecento come Giuseppe Capogrossi, Franco Fontana, Karl LagerfeldMario Sironi, Fabrizio Ferri, Gino Severini, Enrico Prampolini, Francesco Messina oltre a oggetti di design e foto d’autore.

Con l'inaugurazione sarà anche svelata la nuova illuminazione permanente di Palazzo della Civiltà Italiana ad opera dell’artista e progettista di luce, Mario Nanni. Una luce bianca illuminerà le colonne dei loggiati con gradazioni e intensità crescenti, creando un sorprendente effetto prospettico esaltando l’architettura del palazzo in una maniera inedita ed innovativa.

                                                                                                    Rosario Schibeci


Una Nuova Roma. L’Eur e il Palazzo della Civiltà Italiana

Palazzo della Civiltà Italiana

Quadrato della Concordia, 3- Roma

Da lunedì a sabato

Dalle 10.00 alle 20.00

© Riproduzione riservata

Multimedia