SANTI, BALORDI E POVERI CRISTI

Domenica 13 dicembre alle ore 20:30 Arci Ohibò Via Benaco 1

stampa articolo Scarica pdf

Due moderne cantastorie in uno spettacolo di affabulazione e musica.
Una corte dei miracoli fatta di santi, balordi, freaks, disadattati. Come il bambino nato con due teste da un padre che lo voleva il più intelligente del mondo, una scimmietta che s’innamora di un uomo che sente cantare per strada dalla sua cella del Regina Coeli, le tre vecchie del Quadraro che sognano uno sceicco come quelli del cinema o Ninetto che ha pregato S. Giuseppe tutta la vita e spera di essere il primo della sua famiglia a guadagnarsi il Paradiso. O ancora Gesù Cristo e San Pietro in giro per il mondo in incognita, protagonisti di una serie di avventure comiche e picaresche.
Si parte dai racconti della tradizione orale e dal teatro giullaresco per passare alle fiabe italiane di Italo Calvino, le novelle di Emma Perodi, i racconti di Gianbattista Basile e il cinema degli anni '50. E come sempre succede quando una storia viaggia di bocca in bocca, ogni nuovo narratore aggiunge qualche dettaglio, l’immaginario si contamina, e il racconto a poco a poco cambia forma. Ed è proprio così che queste storie riviste da noi, un po’ mutate, reinventate, prendono forma, con un abito nuovo cucito apposta per questa festa.

© Riproduzione riservata