Alla Festa Del Cinema Di Roma Il Docufilm Su Giorgio Albertazzi

Alla Festa Del Cinema Di Roma Il Docufilm Su Giorgio Albertazzi

IL DOCUFILM PER I CENTO ANNI DELLA NASCITA DI GIORGIO ALBERTAZZI, da un’idea di Alessandro Giupponi, scritto e diretto da Pino Strabioli e Fabio Masi, soggetto di Alessandra Infascelli

stampa articolo Scarica pdf

Pino Strabioli e Fabio Masi, in occasione dei cento anni dalla nascita di Giorgio Albertazzi, firmano insieme il docufilm “Via Sicilia 57-59. Giorgio Albertazzi. Il teatro è vita”, che verrà presentato in anteprima il 28 ottobre alla Festa del Cinema di Roma.

«La produttrice cinematografica Alessandra Infascelli - racconta Strabioli - conservava un documento straordinario girato da Alessandro Giupponi nel 2015 all’interno dello storico Teatro delle Arti abbandonato da anni, con immagini e considerazioni di un Albertazzi struggente, lucido, poetico, ironico e profondo. Con Fabio ci è sembrato giusto celebrare Albertazzi, ma anche Giupponi».

La Polifemo, che produce anche il Premio Golden Graal dal 2005 e che ha avuto Giorgio Albertazzi come Presidente del Comitato d’Onore, ha voluto omaggiare il Maestro, riprendere l’idea di Alessandra Infascelli e produrre questa nuova opera.

Il docufilm si sviluppa su un doppio piano di racconto, il primo ambientato al Teatro Quirinetta, chiuso da oltre 5 anni, dove un gruppo di giovani attori sta lavorando per riaprirlo e organizzare una nuova stagione teatrale; il secondo è rappresentato da una straordinaria lectio magistralis del maestro Albertazzi, ambientata dentro il Teatro delle Arti in Via Sicilia 57-59 a Roma, fondato nel 1937 e chiuso da alcuni decenni.

Ha sottolineato Infascelli: «Una grande lotta per riaprire il Teatro delle Arti andato a fuoco e chiuso per anni. C’ero riuscita! Il teatro sarebbe stato ristrutturato e dato dal Comune di Roma ad Albertazzi e Giupponi che lo avrebbero diretto e lì creato una grande scuola di teatro. Nel 2015 decisi di produrre un documentario per raccontare questa rinascita, purtroppo la morte di Giorgio prima, e quella prematura di Alessandro dopo, mi hanno bloccata, l’incontro con Pino Strabioli mi ha dato la spinta a concludere questo racconto. Il risolato è una grande emozione».

Nella pellicola di Strabioli e Masi, i giovani attori del Quirinetta, grazie al loro entusiasmo e alla loro determinazione, mettono alla luce la dura realtà dei teatri abbandonati nel nostro paese, che ad oggi sono più di 500 e assistono ad una proiezione visiva ed immersiva del maestro Albertazzi.

L’uso del materiale di repertorio, proveniente dalle Teche Rai e dall’Istituto Luce, restituisce ai ricordi e agli aneddoti del maestro le realtà artistiche dei più grandi attori e registi del Novecento, tra cui Eleonora Duse, Vittorio Gassman, Anna Proclemer, Carmelo Bene, Vittorio De Sica, Anna Magnani e Sergio Tofano.

La scrittura e la regia di Pino Strabioli e Fabio Masi conservano l’eredità lasciata da Giupponi e Albertazzi e l’attualizzano. La morte di un teatro – scrigno di cultura, condivisione, emozioni - è sempre una sconfitta. Non c’era messaggio migliore di questo docufilm per celebrare Giorgio Albertazzi a cento anni dalla nascita.

FESTA DEL CINEMA DI ROMA

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

28 ottobre ore 20:00

(Via Guido Reni, 4a, Roma)

CINEMA GIULIO CESARE 28 ottobre ore 21:00

CINEMA GIULIO CESARE 29 ottobre ore 17.30

(Viale Giulio Cesare, 229, Roma)

© Riproduzione riservata