E' Andato In Scena Il Concertone Del 1 Maggio Al Circo Massimo

E' Andato In Scena Il Concertone Del 1 Maggio Al Circo Massimo

“Costruiamo insieme un’Europa di pace, lavoro e giustizia sociale” è lo slogan che CGIL, CISL e UIL hanno scelto per la Festa dei Lavoratori 2024

stampa articolo Scarica pdf

Grande l’attesa del Concertone del Primo maggio, evento organizzato dai vertici CGIL, Cisl e Uil, organizzato per il 9° anno da iCompany con la direzione artistica di Massimo Bonelli e la regia di Fabrizio Guttuso Alaimo, che si è tenuto per la prima volta nella suggestiva cornice del Circo Massimo di Roma, lasciando la storica sede di Piazza San Giovanni in Laterano. Durante l’evento nel backstage il sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha affermato che il prossimo anno il concerto tornerà a Piazza San Giovanni  dando speranza per il termine dei lavori di riqualificazione della piazza per il Giubileo prima del prossimo concerto del primo maggio.

“Costruiamo insieme un’Europa di pace, lavoro e giustizia sociale” è lo slogan che CGIL, CISL e UIL hanno scelto per la Festa dei Lavoratori 2024.

Non è mancata la polemica da parte dell’Associazione di lavoratori fotografi in ambito editoriale che hanno evidenziato che nel giorno in cui si celebra il Primo maggio come la festa dei lavoratori, i professionisti della comunicazione sono stati esclusi da chi dovrebbe garantire lo svolgimento del loro lavoro.

Nonostante le difficoltà organizzative, la pioggia e il fango non hanno fermato i circa sessantamila spettatori accorsi per assistere al concerto ed applaudire i loro cantanti preferiti.

Le scelte artistiche e di comunicazione hanno premiato il Concerto del Primo Maggio Roma permettendogli di superare lo share dello scorso anno. In diretta su Rai 3, lo share medio è stato di 11,9%, con pomeridiano 1.5 milioni di telespettatori e 12,56% e una prima serata con una media di quasi 2 milioni di telespettatori.  

Dati record per l’edizione più social di sempre: con oltre 32 mila contenuti rintracciati dall’audit digitale, l’hashtag progettuale #1M2024 raggiunge una copertura mediatica di circa 42M con oltre 227M di impression.

Big Mama, che ha condotto l’opening  conquistando il pubblico con la sua simpatia e professionalità, ha affiancato i due conduttori Noemi ed Ermal Metal per tutto il concerto, che è iniziato sotto la pioggia e con diversi problemi che sono stati prontamente risolti dai tecnici mentre Ermal Metal  con la chitarra acustica intratteneva il pubblico cantando sotto la pioggia "Hallelujah".  Gli spettatori cantano insieme a lui e spunta tra le nuvole il sole. Poco dopo i problemi vengono risolti e inizia il concerto con l’esibizione dei Bloom con Giusy Ferreri.

Il Contest 1MNEXT è stato vinto da Giglio, cantautrice di Torino, che ha presentato il suo nuovo singolo “Santa Rosalia”.

Il direttore artistico Massimo Bonelli, salito sul palco, ricorda il giornalista Ernesto Assante, recentemente scomparso.

Una ragazza trans sale sul palco insieme alla band degli Ortego e legge il suo monologo citando una frase della canzone “La nostra pelle”, con la quale gli Ex-Otago hanno aperto la loro esibizione romana.

Leo Gassman e la sua band si presentano a torso nudo sul palco con dei berretti con le facce dei Pokemon e l’artista romano lancia l’appello “Combattiamo per i diritti dei lavoratori e per la pace”. Sale sul palco insieme a lui, sua madre, l'attrice Sabrina Knaflitz, che ha indossato anche lei il berretto e ha ballato insieme al figlio. Successivamente l’artista esce nuovamente sul palco ed afferma “che è stanco di sentir dire che siamo tutti felici e di ricevere solo brutte notizie, ma non vuole arrendersi. Che senso ha questa vita se non parliamo. La battaglia del singolo è la battaglia di tutti, insieme possiamo fare la differenza”.

Superlativa l’esibizione di Big Mama, che ha affermato che  il fallimento è qualcosa che ti fa ragionare su quanto credi nel tuo sogno, nella forza interiore, il desiderio di rivalsa e per lei fondamentale “Credere nei propri sogni, salva”

Malika Ayane, vestita con un abito in lungo e con uno spacco vertiginoso, ha incantato il pubblico e “Sei una dea”, ha affermato Big Mama nel salutarla.

Morgan durante l’esibizione afferma “gli artisti non hanno nessuna tutela. Rimanere senza musica è fare una vita peggiore” e al termine del monologo intona un brano inedito il cui ritornello è una critica alla qualità della musica degli ultimi anni.

Al termine dell’esibizione di Morgan la linea viene ceduta al TG3.

Il mio Concertone del 1° Maggio finisce qui, al prossimo anno!

Photo Credits: Monica Irma Ricci

Monica Ricci 

© Riproduzione riservata