Milan - Udinese

Occasione sprecata per i rossoneri

stampa articolo Scarica pdf

Torna la pioggia nel nord Italia e non risparmia nemmeno Milano: diluvio sullo stadio di San Siro nel giorno in cui il Milan cerca conferme importanti dopo le due vittorie di fila, prima nel derby e poi in casa del Palermo. Dall'altra parte, l'Udinese di Colantuono reduce da un pareggio e pronta ad ergere le consuete barricate tanto care al proprio tecnico.

I rossoneri partono subito forte, con l'idea di provare a chiudere velocemente la partita com'era avvenuto la settimana scorsa, ma questa volta trova di fronte una squadra indubbiamente più efficiente nella fase difensiva e altrettanto brava a ripartire in contropiede, con l'ex-Carpi Matos vera spina nel fianco della retroguardia della squadra di Mihajlovic. E' proprio quest'ultimo che, al 17', contribuisce inaspettatamente a portare la sua squadra addirittura in vantaggio: il suo tiro viene parato miracolosamente dal sempre più incredibile Donnarumma, che riesce strepitosamente a deviare sulla traversa anche il tap-in a colpo sicuro di Kuzmanovic, ma nulla può contro la terza conclusione dell'ex di turno Armero, che infila la porta ormai sguarnita da pochi metri.

A questo punto, la partita si mette male per la squadra di casa, che si prodiga in un forcing offensivo molto sostenuto e continuo, ma che va continuamente a sbattere contro il muro avversario. Il migliore in questa fase è Antonelli che, in assenza di un Bonaventura male sostituito da uno spento Bertolacci, prova a più riprese a creare da solo la superiorità sulla fascia sinistra, avvicinandosi anche al goal in un paio di occasioni. A conti fatti, però, resta tutto inutile ed il primo tempo si conclude sul risultato di 0-1.

L'intervallo porta subito una novità. complice un piccolo infortunio muscolare di Kucka, Mihajlovic prova a correggere il tiro con una squadra iper-offensiva, sostituendo lo sloveno con Mario Balotelli e il suo coraggio viene premiato dopo soli 3' dall'inizio della ripresa. Dopo una grande occasione per l'Udinese, con Lodi che in netto fuorigioco costringe il giovane Donnarumma a compiere un altro miracolo, il Milan parte in contropiede che si conclude con un perfetto assist di Bacca per Niang, che non sbaglia e porta la sua squadra al pareggio.

La partita cambia nuovamente, il Milan ci crede e continua ad attaccare, con l'Udinese che ormai aspetta completamente racchiusa nella propria metà campo e al 55' capita sulla testa di Bacca l'occasione ravvicinata che potrebbe portare in vantaggio i rossoneri, ma la conclusione è troppo centrale e permette a Karnezis di salvarsi respigendo senza troppi problemi. Meno di un quarto d'ora più tardi, è sempre Bacca di testa ad avvicinarsi al raddoppio, ma in questo caso sceglie di cercare l'angolo e manda la palla di poco a lato.

Gli ultimi 10' sono un vero e proprio assalto all'area dell'Udinese, con i bianconeri ormai stanchi e paghi del pareggio, ma la porta continau ad essere stregata per il Milan, che all'82' colpisce una clamorosa traversa interna con Bertolacci, fino a quel momento autore di una prova incolore, sfortunatissimo nel vedere la palla cadere vicino alla linea e poi allontanarsi dalla porta. Le vere occasioni finiscono qui, si registra soltanto un tentativo da 30 metri del subentrato Boateng, all'88', che si spegne di poco sopra la traversa.

A San Siro finisce 1-1, con tanti rimpianti dei padroni di casa, sia per il goal regalato in maniera piuttosto ingenua, sia per l'incapacità di capitalizzare la mole di gioco espressa. Un passo indietro per i rossoneri, dunque, che oggi hanno mostrato i limiti della propria rosa, là dove basta un infortunio di un titolare (Bonaventura, in questo caso) per inceppare un ingranaggio che può contare su un numero risicato di giocatori di qualità e rendendo complicato il lavoro di Mihajlovic quando vuole provare a cambiare la partita con un cambio: di Balotelli è già stato detto più volte, anche se oggi è apparso in leggero miglioramento, Boateng è lontano dalla forma migliore e Menez

non è ancora pronto per tornare in campo. Di fronte alla prestazione di oggi, il totale immobilismo sul mercato di gennaio stride come non mai, piaccia o no a Galliani.

Matteo Tencaioli

FOTO: AC MILAN

Formazioni ufficiali:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Honda, Bertolacci, Montolivo, Kucka (46' Balotelli); Niang (62' Boateng), Bacca. All. Sinisa Mihajlovic

Udinese (3-5-1-1): Karnezis; Wague, Danilo, Felipe; Armero (74' Widmer), Badu, Lodi (64'Guilherme), Kuzmanovic, Edenilson; Thereau, Matos (66' Zapata). All. Colantuono

© Riproduzione riservata