Frederic Salamone

Frederic Salamone

“Play footvolley”

1301
stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Sabato pomeriggio, a poche ore dall’esordio della nazionale azzurra in Brasile contro l’Inghilterra, incontriamo, proseguendo il nostro viaggio verso quei giovani ragazzi determinati che decidono di scommettere su un prodotto di qualità e si impegnano in prima persona, Frederic Salomone Presidente AFP Italia.

La prima domanda per sciogliere ogni dubbio è questa: che tipo di imprenditore sei ?

Io mi sono impegnato a livello imprenditoriale, pensando di importare qui in Italia una disciplina sportiva molto particolare nata sulle spiagge brasiliane, quelle che noi tutti vediamo in tv oppure tramite internet, in questo caso parliamo di quelle di Rio de Janerio, dove si gioca con campi più grandi, la rete più alta e ovviamente il pallone: il Footvolley.

L’incontro, l’innovazione e l’intenzione di portare questa disciplina qui nella capitale...

Ho conosciuto prima di tutto il beach volley e ho visto che poteva evolversi verso qualcosa di simile; collegandolo al mondo del calcio, parliamo della prima disciplina quella maggiormente riconosciuta nelle spiagge appunto che da fenomeno sociale è giunto a gareggiare per l'oro olimpico. Il footvolley invece si sta diffondendo e spero che sia ufficializzata.

Qui nel Lazio dove è praticato questo sport?

In estate viene giocato nello stabilimento Oasi Beach di Ostia. Il mio progetto di diffusione è stato recepito in maniera positiva dalla direzione difatti qui esiste l’unica “Bechfootvolley” Arena dove in esclusiva ci si può divertire, allenare e ovviamente gareggiare in tornei che organizziamo. In inverno invece in zona Mostacciano - Torrino abbiamo Il beach Sport City in via Cina, una struttura Indoor dove ci alleniamo e svolgiamo i nostri corsi attivi. Sono presenti 5 campi attrezzati. Fammi aggiungere che nel periodo freddo organizziamo anche dei tornei e dei campionati regionali e nazionali.

Le regole basi di questo gioco?

Le regole basi riprendono quelle del beach volley: si gioca in quattro, due per parte, la rete è alta 2,10 m, ovviamente non si possono usare le mani, ma tutte le parti del corpo. La partita non ha tempi fissi ma varia con i punteggi di tre set, si gioca con un pallone ft5 della mikasa che è specifico per questo sport. Per il futuro stiamo vagliando un pallone differente che possa essere utilizzato anche per i più giovani e le ragazze.

Come veicolate a livello di media la vostra attività?

La nostra grande fortuna è quella che grandi calciatori sia ex che in attività si sono avvicinati a questa disciplina, inoltre abbiamo promosso tutte le nostre iniziative sui vari social, in modo da promuoverci il più possibile.

Mentre parliamo si avvicina Ze maria (ex Perugia ed Inter) che ha appena terminato un incontro: com’è andata? Un giudizio su questo sport?

"Sono contento di essere presente a questa iniziativa e la terza volta che partecipo mi da un divertimento estremo, mi tiene in forma e mi mantiene attivo: una rete, quattro amici ed un pallone.

Torniamo a parlare con Fred: a livello femminile invece?

Roma è la capitale delle giocatrici di Footvolley; abbiamo oltre 16 atlete che si allenano tutto l’anno, tra queste abbiamo delle ragazze che già si sono espresse sia a livello nazionale che internazionale.

Parliamo di beneficenza ?

Nel mese scorso abbiamo partecipato all’evento benefico “Mundial Italia-Brasile” all’ interno dello stadio Olimpico di Roma sotto la curva Sud con Aldair, Taddei, Tonetto e Del Vecchio, dove questi quattro grandi campioni si sono scontrati in una avvincente partita; è stato importante sensibilizzare le persone allo sport. Naturalmente è previsto, tra un anno, un altro grande evento legato al mondo del footvolley, qui nello stabilimento che ci ospita.

È uno sport particolare il vostro avete pensato ad un franchising?

Assolutamente si. Abbiamo creato per questo sport una linea di costumi e di accessori per praticare al meglio questa disciplina.

Come procede il torneo quest’anno?

Allora il torneo è open! L’importante per noi è quello di divulgare questa disciplina; sono previste tante tappe presso le spiagge romane. Voglio ricordare che durante gli incontri è previsto l’ausilio di un fisioterapista dello studio Alessandro Danieli.

Ora parliamo di lavoro: ci sono opportunità per tutti quei ragazzi che sono alla ricerca di un' occupazione?

Si certamente! In futuro stiamo pensando ad un corso per arbitri e più avanti anche di preparatori nonché allenatori. Sono progetti che saranno pronti entro due anni, visto che stiamo richiedendo agli organi competenti l’ufficialità del footvolley.

Hai raggiunto un notevole successo in questi due anni; qualche ringraziamento ?

Il mio elenco di ringraziamenti parte dal posto dove stiamo registrando questa intervista: l’Oasy beach e Il Beach Sport City come strutture, come amici Max Tonetto e Pluto Aldair,come collaboratore non posso non nominare Alex Bucci e poi tutti gli sponsor che credono in questo progetto.

Se fosse una canzone il Footvolley ?

In fondo è risaputo che è il Brasile patria di questa disciplina e come ti ho già raccontato prima è sinonimo di vacanza, sole, spiagge, acque cristalline, relax, ma anche di divertimento, allegria, voglia di vivere. Quindi penso che non si può non citare un gruppo musicale  come quello dei "Revelacao" con la canzone  “Palma da Mao” degli artisti capaci  di sfornare melodie travolgenti, canzoni che riuscirebbero a far muovere anche un tronco.

Con un aggettivo?

Ah guarda ti dico il motto “Play footvolley” famo prima (ride)

Grazie Fred per averci accolto in questo splendido posto,ti lasciamo ai tuoi impegni e alla tua passione che hai tramutato in lavoro.

© Riproduzione riservata

  • Articolo Precedente

  • Prossimo Articolo

Multimedia