Juventus-Lazio

Troppa Juve per questa Lazio. I bianconeri si avvicinano alla conquista del quinto scudetto consecutivo

897
stampa articolo Scarica pdf

Troppa Juve per questa Lazio. I bianconeri regolano i biancocelesti con un netto 3-0 e si avvicinano alla conquista del quinto scudetto consecutivo. Sulla carta si preannunciava una gara senza storia e così è stato. Si ferma dunque la striscia positiva di Inzaghi, che in due partite aveva raccolto sei punti totalizzando cinque reti fatte e nessuna subita.
Allo Juventus Stadium la Lazio regge la prima mezz'ora di gioco. Buono il possesso palla della squadra di Inzaghi, ma sono evidente le difficoltà nel creare azioni da gol. Infatti Anderson e compagni non riescono mai ad impegnare Buffon. Tuttavia è ben messa in campo, Marchetti è super in almeno quattro circostanze, provvidenziale su Dybala prima, e su Pogba poi. Dal momento del vantaggio di Mandzukic si spegne la luce. La ripresa è condizionata dall'ingenua espulsione di Patric per doppia ammonizione e dalla doppietta di Dybala che firma il risultato sul 3-0. Da lì in poi la partita non ha più senso, i biancocelesti si preoccupano solamente di non subitre un passivo più pesante.
Una sconfitta che ci può stare contro chi in Italia non ha rivali.Il bel gioco espresso nelle ultime settimane non va e non deve essere dimenticato.  Ora la Lazio dovrà prepare l'insidiosa trasferta di Marassi contro la Sampdoria. Sarà un altro test per valutare in modo definitivo la cura Inzaghi.

Le parole di Simone Inzaghi in conferenza stampa: "Primo tempo è stato equilibrato, la Juve ci ha lasciato il possesso, noi potevamo fare meglio, in alcune occasioni avremmo dovuto avere più personalità. Poi quando rimani in 10 la missione diviene impossibile. Sapevamo che loro ci avrebbero lasciato il possesso, dovevamo stare più attenti. Patric sull'espulsione ha commesso un'ingenuità. Il rigore? Si poteva non dare, ma avremmo perso ugualmente. Abbiamo fatto un primo tempo importante, ora vogliamo continuare a fare bene, sapevamo che contro questa Juve serviva qualcosa di straordinario. Dobbiamo ripartire, mancano 4 partite. Vogliamo crescere, a Genova non sarà semplice. Dovevamo essere più cattivi, loro sono dei marziani in Italia e lo continueranno ad essere. Abbiamo concesso due gol stupidi" .

Il tabellino

JUVENTUS-LAZIO 3-0 (1-0)

Juventus (3-5-2): Buffon 6; Barzagli 6.5, Bonucci 6, Rugani 6.5; Lichtsteiner 7, Khedira 7 (25′ st Sturaro 5.5), Hernanes 6, Pogba 6.5 (37′ st Asamoah sv), Alex Sandro 7; Dybala 7.5 (30′ st Zaza sv), Mandzukic 7. (Audero, Rubinho, Evra, Cuadrado, Lemina, Padoin). All.: Allegri

Lazio (4-3-3): Marchetti 7; Patric 4.5, Hoedt 5.5, Gentiletti 5, Lulic 5.5; Onazi 5.5, Biglia 5 (32′st Cataldi sv), Parolo 5 (1′ st Milinkovic-Savic 5); Anderson 5.5 (8′ st Basta 5.5), Djordjevic 5, Keita 5.5. (Berisha, Guerrieri, Braafheid, Mauricio, Morrison, Palombi, Rossi). All.: Inzaghi

Arbitro: Mazzoleni

Reti: 39′ pt Mandzukic, 7′ st rig. Dybala, 19′ st Dybala

Ammoniti: Lulic, Sturaro

Espulso: Patric per doppia ammonizione

Fabio Pochesci

© Riproduzione riservata