La Mostra Fotografica Di Valeria Trasatti

La fame di Alice la recensione di unfoldingroma

stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

 

Unfolding Roma puntuale alle prime espositive di Sala Umberto che ospita la giovane fotografa Valeria Trasatti ne “La fame di Alice” visibile fino al 7 giugno all’ingresso del Teatro romano da cornice all’evento Fabrique du Cinema. Lewis Carol fornisce i contenuti, Valeria tutto il resto. Siamo di fronte a una originale rivisitazione in chiave culinaria dell’opera che ogni bambino ha incontrato nella sua infanzia. “Ricreare un qualcosa di reale per renderla illustrazione”, questa la sfida dell’artista abbruzzese che appassionata di Alice in Wonderland ha inserito nei suoi scatti l’eco  della recente esperienza gastronomica di Expo e ciò grazie al cibo assoluto protagonista delle sue foto.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Diversi i rinvii all’epoca vittoriana dove il costoso thè delle indie veniva offerto come un cadeau, chiaro riferimento a cappellaio matto e lepre che ne sprecano in quantità incalcolabile nel corso del racconto, quasi beffeggiando il rito britannico; dove il buon costume imponeva ai bambini di non accettare cibi non ben conosciuti causa di diversi avvelenamenti del tempo.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Un richiamo continuo al cibo ma anche al significato che le parole possono esprimere (concetto presente nell’opera di Carol  del 1894 La logica simbolica), come nella foto Butter-fly, dove il “burro” che ne compone il titolo riempie le ali di fette biscottate indosso a una modella farfalla. Un buon compromesso tra onirico e reale il lavoro di Valeria nato dalla sua tesi di laurea e confluito in un vero e proprio ricettario fotografico. L’uso di materiali poveri ma ricercati, location nostrane (Roma e l’Abbruzzo) l’ingaggio di amici e modelli freelance, lo scarso utilizzo di tecniche di abbellimento fanno di questa artista in erba una promessa della fotografia “letteraria” per cosi dire.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Forse Valeria Trasatti non ha bisogno di rincorrere il bianconiglio, la sua fame può di certo diventare fama. Grazie ad Alice e grazie a Valeria per averci ospitati e fatto fare un tuffo "al di là dello specchio".

Da vedere.

Ilaria Battaglia  

© Riproduzione riservata

Multimedia