Diego Spinola

Diego Spinola

Quando si parla di ''Sound'' ormai non credo abbia più senso parlare di italiano o straniero almeno che non si voglia fare una ricerca quasi antropologica sulle origini di un determinato suono o strumento

1299
stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

É uscito lo scorso 3 giugno, in digital download, “Rock & Fantasy” il secondo album del cantautore bresciano Diego Spinola. Le tematiche affrontate nel disco sono varie: dalla classica canzone d'amore al testo di denuncia, passando per brani più intimisti e più personali.

Diego Spinola nasce a Chiari (BS) nel 1981, inizia a suonare la chitarra da autodidatta a 13 anni e ben presto sente l'esigenza di scrivere canzoni. Nel 2003 si diploma in composizione presso il CET, la scuola fondata e diretta da Mogol. Nel 2011 pubblica il suo primo album auto-prodotto dal titolo 'Diego Spinola'. Nel 2014 scrive l'inno ufficiale delle neocampionesse d'Italia del ACF Brescia Calcio Femminile, il brano viene eseguito da Roberta Pompa (X Factor 7).

Il nostro magazine ha il piacere di ospitarlo.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Cominciamo dall'inizio... com'è iniziata la tua avventura musicale?

Ho cominciato a scrivere canzoni molto giovane, intorno ai 12/13 anni. Nello stesso momento in cui imparavo a suonare la chitarra ho sentito l'esigenza di scrivere musiche, è stato un processo piuttosto naturale. Anche se il punto di svolta della mia ''carriera'' è stata la mia esperienza presso il CET di Mogol, da lì in poi posso dire che sia effettivamente nato il Diego Spinola autore.

Risale al 2004 l'incontro con la tua autrice Carla Sanna. Com'è cominciata la vostra collaborazione?

Carla è una bravissima autrice romana con la quale ho scritto la maggior parte delle mie canzoni. L'ho conosciuta durante i corsi al CET di Mogol, io frequentavo il corso di composizione musicale e lei quello per autori della parte letterale, del testo. Abbiamo fatto un esperimento scrivendo qualcosa insieme e non abbiamo più smesso, si è creata da subito una certa 'alchimia'. Vorrei menzionare anche altri due musicisti che hanno collaborato con me durante le incisioni del mio nuovo album, e sono Fabio ''Biko'' Vaccaro, un grande musicista che si è distinto soprattutto come autore per grandi nomi della musica italiana (Nek, Marco Carta, Luisa Corna…) e che mi ha aiutato con gli arrangiamenti delle canzoni; poi il bravissimo Cristiano Saleri che ha scritto insieme a me la canzone 'Rock & Fantasy' prestando anche la voce per un duetto.

La tua musica è un mix di rock, pop e r&b. Come lavori per fondere insieme le diverse sonorità?

Credo che un musicista scrive ciò che assimila suonando abitualmente. Per questo è importante avere una cultura musicale molto vasta e di qualità, senza pregiudizi di genere, in modo da poter essere il più versatile possibile e magari in questo modo anche originale. La musica è come i colori, sovrapponendoli (là dove è possibile) si ottengono soluzioni diverse, bisogna avere il coraggio di osare un po'….

Le tue ispirazioni musicali sono piuttosto eterogenee: Lucio Battisti, Elvis Presley, Beatles, De Andrè, Doors, Coldplay, Blur, Bjork, ecc... Chi ti ha influenzato di più?

Nella musica italiana sicuramente Lucio Battisti. Un grande artista, rivoluzionario grande sperimentatore che non si è mai ripetuto. Ha segnato profondamente la cultura e la musica italiana tanto che, secondo me, le sue partiture sono nella musica di qualsiasi musicista italiano, magari in maniera inconscia, ma inevitabilmente ci sono. Invece a livello internazionale sicuramente Elvis Presley, , un grande interprete con una versatilità vocale incredibile, ha cantato qualunque genere possibile ed immaginabile e sempre con grande maestria, per questo credo che il termine ''Re del rock'' gli stia un po' stretto, è andato ben oltre quel genere spaziando dal Rock, al Gospel, Country, Blues finendo addirittura col cantare numerose canzoni della tradizione melodica italiana….

Hai dato al tuo secondo album un titolo inglese: ‘Rock & Fantasy’ per sottolinearne le sonorità rock e blues. Cosa ti piace di più della musica anglosassone? In cosa è diversa da quella italiana?

L'italiano e le lingue anglofone sono molto diverse, ognuna con le loro peculiarità. Generalmente la musica italiana risulta più 'melodica' rispetto a quella inglese o americana che invece è melodicamente più ritmica. Ma quando si parla di ''Sound'' ormai non credo abbia più senso parlare di italiano o straniero almeno che non si voglia fare una ricerca quasi antropologica sulle origini di un determinato suono o strumento.

Il brano “Tra Fumo e Stress”, che ha anticipato l'uscita dell’album, è una canzone di denuncia in cui dici che fumo e stress sono in grado di distruggere una città. Ti riferisci ad un episodio preciso o ad una città precisa? Cosa volevi comunicare con questo testo?

Quando parlo di 'fumo' intendo lo smog, l'inquinamento; e mi piacerebbe dire che il problema in questione riguardi solo una singola città, ma in realtà è un onta che avvolge tutto il mondo occidentale, o meglio tutto il mondo industrializzato. Quando parlo di 'stress' mi riferisco a una vita frenetica, ansiosa,dove ormai non si ha più tempo da dedicare né a se stessi, né agli altri. In questa canzone descrivo un mondo che forse non è più tanto a dimensione di 'uomo'.

Nella canzone “Rock & Fantasy” che dà il titolo all'album parli del fatto che “nel tuo rock ritrovi chi sei”. In che cosa l'educazione musicale influenza il carattere di una persona?

L'educazione musicale è molto importante, ma come lo è tutta la cultura popolare in generale, che da sempre è dispensatrice di valori. Credo che i media, i grandi media siano responsabili del evoluzione o involuzione della cultura e relativi valori di un popolo. La maggior parte delle persone 'seleziona' la musica che viene proposta dai grandi media e se il livello musical/letterario è alto di conseguenza sarà alta anche cultura della gente e relativi valori. Questo concetto credo valga anche per certi 'personaggi mediatici' che vengono abitualmente proposti da TV e giornali, che magari non sono esattamente esempi di ''virtù'' e quindi non ci si può aspettare comportamenti esemplari dai ragazzi che li prendono come modelli. Questo vale per molti settori della cultura, arte e anche nello sport. Ad esempio io ho voluto dedicare una mia canzone dal titolo 'Fantasista' ad una straordinaria calciatrice del Brescia e della nazionale maggiore femminile allenata da Antonio Cabrini. Il suo nome è Martina Rosucci ed è una calciatrice di grande talento, una delle più amate in assoluto e che deve i propri successi ed abilità al suo grande impegno,al lavoro costante, alla sua professionalità e coerenza. Tanti sforzi e sacrifici che però ,infine, l'hanno fatta diventare una delle giocatrici più forti e vincenti. Ecco ,credo fortemente che se i media dessero spazio a questo tipo di persone, di modelli, il mondo sarebbe culturalmente più evoluto, più meritocratico, sicuramente migliore.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Il brano “Non mi mancherai” esprime la rabbia che talvolta si prova alla fine di una storia d'amore. Perché secondo te le relazioni finiscono con il rancore? Perché non siamo capaci semplicemente di accettare che è finita, tenere con noi i bei ricordi e andare avanti?

Ma guarda non c'è nulla di più complicato e soggettivo dei rapporti umani e non credo esistono risposte ''universali'' alla tua domanda. Sicuramente l'orgoglio è una parte importante nella non accettazione della fine di un amore, ma comunque le motivazioni sono molteplici...

Cosa consiglieresti ad un ragazzo che vuole intraprendere una carriera da musicista? A tuo parere ora è più facile o più difficile raggiungere il successo rispetto a quanto lo è stato per te negli anni '90?

Il consiglio che posso dare è di studiare, studiare e studiare. Con un po' di impegno e molta umiltà prima o poi qualche porticina si apre….

Porterai “Rock & Fantasy” in tour? Hai già programmato delle esibizioni live?

Al momento sto progettando delle date, ma è ancora tutto in via di definizione.

Prossimi progetti? In cosa ti vedremo impegnato?

Al momento ho in mente la promozione del mio album, riguardo i progetti in cantiere sono molto scaramantico e quindi fino a cose fatte preferisco tacere..

Adriana Fenzi

© Riproduzione riservata

Multimedia