IL GIARDINO DI MONK 2016

APERTO TUTTI I GIORNI DA GIUGNO A SETTEMBRE INGRESSO LIBERO VIA GIUSEPPE MIRRI, 35 - ROMA http://www.monkroma.club/ #staymonk

stampa articolo Scarica pdf

Torna l’estate e il Giardino di Monk riapre i battenti per una nuova stagione di intrattenimento e relax per tutti. La grande area verde di via Mirri, 35 suddivisa in più spazi (il giardino, l’arena, le terrazze) sarà lo scenario di una fitta serie di attività, tutti i giorni dalle 18:30 ad ingresso libero.

Buona musica, kindergarten, area food & drink, area prato, cinema, proiezioni degli Europei di calcio, presentazioni di libri, reading, corsi estivi, centri estivi per i più piccoli, giochi, basket, ping pong e molto altro ancora. 

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});



La musica dal vivo, da sempre prerogativa del Monk, è in programma su gran parte delle serate. Grande spazio alla musica italiana ed internazionale in cui molti artisti calcheranno il palco all’aperto del Monk in versione solo o duo: DAMIEN JURADO con il suo pregevole folk rock lo-fi (29 giugno), l’iconico BADLY DRAWN BOY (25 luglio) e la nuova leva australiana STU LARSEN (2 agosto) E poi alcune nuove e promettenti voci femminili come CRLN (18 giugno), PILAR (16 giugno), ERICA MOU (11 luglio).
Continua, anche in versione estiva, l’appuntamento di genere JAZZ EVIDENCE con ATRIO feat. JAVIER GIROTTO (28 Giugno), GIOVANNI DI COSIMO – NU (5 Luglio),  WATERMELON SLIM (13 Luglio), GIOVANNI AMATO (19 Luglio), UGOLLES (26 Luglio).
Tanti gli incontri letterari a cominciare dall’autore e poeta torinese GUIDO CATALANO (21 Giugno). Le presentazioni saranno inoltre arricchite dal ciclo di incontri “Volti e Storie nel Giardino di Monk” a cura delle Biblioteche di Roma e che vedrà protagonista tra gli altri la giornalista e scrittrice GIULIANA SGRENA (6 Luglio).
Si rinnova la collaborazione con la scuola di musica St. Louis oltre a due piccole realtà che si muovono con destrezza nell’underground culturale romano come Spaghetti Unplugged e Balcony TV.
Spazio inoltre all’editoria indipendente con il microfestival SCANNER a cura di Dude Mag, in cui saranno presentati una serie di pregevoli progetti autoprodotti su carta.
Non mancheranno le visioni: quelle sportive con tutte le partite di EURO2016 proiettate su maxischermo e quelle cinematografiche che rientrano nel circuito Arene di Roma.
Infine le iniziative per i più piccoli con il centro estivo BIMBI TUTTI in collaborazione con Giardino di Lulù e Ipercubo, Scienza Impresa e Mob. 

Per tutti gli aggiornamenti su programmazione e attività: www.monkroma.club/ -  www.facebook.com/monkclubroma

RIEPILOGO PRINCIPALI APPUNTAMENTI
SABATO 18/06 – CRLN in Concerto LUNEDI 20/06 – ROCK AGAINST AIDS  [Dada Cirsus – Tommaso Di Giulio – Bosco – Chiara Vidonis – Panta – Saba Englana – Ilenia Volpe] MARTEDI 21/06 – GUIDO CATALANO Reading Letterario  GIOVEDI 23/06 – INTRODUCING VICE NEWS ITALIA – Proiezione Documentari MARTEDI 28/06 –  Jazz Evidence – ATRIO feat. JAVIER GIROTTO in Concerto MERCOLEDI 29/06 – DAMIEN JURADO in Concerto 
DOMENICA 03/07 – SPAGHETTI UNPLUGGED MARTEDI 05/07 –  Jazz Evidence – GIOVANNI DI COSIMO NU in Concerto LUNEDI 11/07 - ERICA MOU in Concerto MERCOLEDI 13/07 –  Jazz Evidence & Mojo Station - WATERMELON SLIM in Concerto 15-16-17/07 – SCANNER Microfestival delle produzioni editoriali Indipendenti DOMENICA 17/07 – BALCONY TV NIGHT MARTEDI 19/07 –  Jazz Evidence – GIOVANNI AMATO 4ET in Concerto DOMENICA 24/07 - BADLY DRAWN BOY in Concerto MARTEDI 26/07 – Jazz Evidence – UGOLLES in Concerto

MARTEDI 2/08 - STU LARSEN in Concerto

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});






A SEGUIRE IL CALENDARIO CON LE DATE E LE INFO BIOGRAFICHE



Sabato 18 Giugno Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 21.30 CRLN LIVE NEL GIARDINO DI MONK INGRESSO GRATUITO

"Caroline" è l'esordio discografico di CRLN, debutto di questa giovane cantautrice di San Benedetto del Tronto è anticipato dal video di 'Parlami di te', con un sound internazionale in bilico tra indie pop, soul ed elettronica.  I cinque brani dell'EP, uscito il 20 maggio 2016 per Macro Beats, si snodano tra sonorità raffinate e moderne, passaggi ipnotici e atmosfere ricercate su cui la voce elegante e a tratti fragile di CRLN racconta la quotidianità di una ragazza che, chiusa tra le mura della sua stanza, riflette su ritorni, abbandoni, delusioni e rivincite. Un debutto importante che cerca di scardinare i tradizionali canoni del pop italiano pur rimanendo fedele ad una certa tradizione melodica, con uno stile assolutamente personale e una naturalezza disarmante per un esordiente. Registrato ai  Macro Beats Studio di Milano, prodotto interamente da Macro Marco con il supporto del producer Gheesa, dei polistrumentisti Ulisse Minati e Mirko Onofrio (Brunori SAS) e del bassista Roberto Dragonetti (Ghemon), 'Caroline' si avvale di una preziosa incursione del "golden boy" dell'elettronica italiana Yakamoto Kotzuga nella traccia "Un viaggio senza fine". Macro Beats si conferma ancora una volta una delle più importanti etichette indipendenti italiane, un marchio di assoluta garanzia, con a monte quel "quality control" che spesso sembra mancare nel mercato musicale usa e getta del nuovo millennio. A quasi dieci anni dalla sua prima pubblicazione Macro Beats apre il suo immaginario a nuovi mondi e a nuovi artisti che sicuramente si faranno apprezzare nell'imminente futuro.
INFO: https://www.facebook.com/CRLNakaCaroline/



Osservatorio italiano sull’azione globale contro l’Aids/Aidos e ONE in collaborazione con Arcs, Monk Roma e Radio Rock presentano
Lunedi 20 Giugno Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 20.30 ROCK AGAINST AIDS Con DADA CIRSUS – TOMMASO DI GIULIO – BOSCO CHIARA VIDONIS – PANTA – SABA ANGLANA – ILENIA VOLPE INGRESSO CON TESSERA ARCI 2016 

Il 20 giugno 2016 presso il circolo Arci MONK si terrà l’evento “ROCK AGAINST AIDS”. L’iniziativa è promossa dall’Osservatorio italiano sull’azione globale contro l’Aids (rete di 13 Ong italiane e internazionali impegnate sui temi della salute globale e lotta alla povertà) e ONE (Ong internazionale apolitica co-fondata da Bono Vox, voce degli U2, con l'obiettivo di porre fine alla povertà estrema e di contrastare le malattie prevenibili, in particolare in Africa), in collaborazione con ARCS (ong di Arci) e Radio Rock. L’Aids, dopo un periodo di contenimento, seguito alla terribile epidemia degli anni Ottanta, registra oggi, anche nei paesi occidentali, un nuovo aumento di infezioni preoccupante. Il concerto sarà l’occasione per chiedere al Governo Italiano un impegno concreto in vista della V Conferenza di rifinanziamento del Fondo Globale per la lotta contro AIDS, Tubercolosi e Malaria prevista per il prossimo settembre in Canada. Contribuendo, infatti, al Fondo con almeno 200 milioni di euro per i prossimi 3 anni, l’Italia permetterebbe di salvare altre 8 milioni di vite umane nel prossimo triennio. Ad aprire la serata i Dada Circus, con i loro funambolismi gipsy, folk e rock e l'electro pop dei Bosco; a seguire le melodie acustiche di Chiara Vidonis e Tommaso Di Giulio; poi sarà la volta dell'indie rock dei Panta (il cui cantante è Youth Ambassador di ONE in Italia) e dell’esibizione di Saba Anglana, testimonial dell’Osservatorio. A chiudere la serata, Ilenia Volpe, cantautrice rock dal tocco irriverente.  Condurranno l’evento Betta Cianchini, attrice e speaker di Radio Rock, e Stefano Vigilante, dalla fattoria dei comici di Serena Dandini - Zelig off – SKY Comedy Central.



Martedi 21 Giugno Apertura Porte Ore 20:30 - Inizio Concerti Ore 22.00 GUIDA CATALANO LIVE NEL GIARDINO DI MONK GRAN TOUR ESTATE 2016 INGRESSO 10€ + D.P.

GUIDO CATALANO Guido Catalano nella vita fa il poeta, il poeta professionista vivente. In un’epoca in cui quasi nessuno crederebbe alla possibilità di una simile scelta, l’autore torinese rappresenta una “sorta di errore di sistema”, come lui stesso si definisce. Considerato poeta dai cabarettisti e cabarettista dai poeti, Catalano ha saputo stravolgere i confini di una professione e conquistare un pubblico di fedelissimi in continua crescita diventando una vera e propria rarità in Italia: un poeta che riesce a vivere di poesia. Un “fenomeno” culturale in continua ascesa con all’attivo diversi libri-raccolta pubblicati attraverso circuiti indipendenti (gli ultimi, dei quali, Ti amo ma posso spiegarti e Piuttosto che morire m’ammazzo hanno sfiorato le 20 mila copie vendute), un esercito di estimatori in continua crescita sui social, una lunga serie di spettacoli sold out (che l’hanno portato dai circoli di provincia ai palchi dei teatri e dei live club più importanti d’Italia) e una recente, nuovissima, esperienza da romanziere per Rizzoli.  Un singolare successo che probabilmente è figlio dell’originalità di Guido Catalano, uno che da giovane sognava di diventare una rock star e che l’amore l’ha sempre raccontato a modo suo: dolcissimo e caustico, classico e rivoluzionario, divertente e amaro, lucido e surreale.
INFO: www.guidocatalano.it



Dude Mag e MONK Roma presentano
Giovedi 23 Giugno Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Proeizioni Ore 20.45 INTRODUCING VICE NEWS ITALIA PROIEZIONE DOCUMENTARI INGRESSO GRATUITO


L'edizione italiana di VICE News si presenta al pubblico di Roma proiettando due documentari vincitori di numerosi premi internazionali:  “La trappola della shaboo nelle Filippine” e “Lo Stato Islamico”.  A introdurre i documentari saranno Valerio Bassan, Vincenzo Marino e Leonardo Bianchi di VICE News Italia.
Nel panorama del giornalismo internazionale, VICE News – nato per rivolgersi a una generazione sempre connessa cui raccontare i paradossi e «l’assurdità del mondo contemporaneo» – rappresenta un esperimento innovativo e vincente, attirando un largo seguito di lettori in tutto il mondo.
Il sito di informazione lanciato negli USA nel 2014 è, senza dubbio, una storia di successo a livello internazionale. I numeri di VICE News parlano chiaro: con diversi milioni di visualizzazioni mensili su YouTube, centinaia di articoli e video pubblicati ogni mese e decine di importanti premi vinti a livello internazionale, VICE News è diventato uno dei punti di riferimento nel panorama globale del giornalismo digitale.



Martedi 28 Giugno Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 21.30 JAZZ EVIDENCE - UN VIAGGIO A TAPPE NELLA MUSICA JAZZ DI OGGI ATRIO Feat. JAVIER GIROTTO LIVE NEL GIARDINO DI MONK INGRESSO GRATUITO
Javier Girotto - sax soprano Gianluca Massetti - piano Dario Giacovelli - basso elettrico Moreno Maugliani - batteria


ATRIO Gli “Atrìo.” nascono da una profonda amicizia connessa alla musica nel rispetto di tutti gli stili. La passione per il jazz è abbinata alla ricerca di melodie semplici e energia ritmica, con uno sguardo rivolto ai generi musicali contemporanei. La formazione nasce nel 2013, i tre ragazzi hanno partecipato a diversi concorsi e festival nazionali e a Settembre 2015 hanno registrato il loro primo EP live all' Auditorium Parco della Musica di Roma con ospiti Rosario Giuliani e Javier Girotto. Il loro lavoro è incentrato sulla creazione di brani originali, mediante la quale intraprendono una ricerca di soluzioni ritmiche basate sul concetto di subordinazione e modulazione metrica. Parallelamente a questo processo, danno il loro personale tributo alla tradizione lavorando su brani provenienti dal mondo jazzistico e popular.



Mercoledi 29 Giugno Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 22.00 DAMIEN JURADO LIVE NEL GIARDINO DI MONK INGRESSO UP TO YOU

DAMIEN JURADO Damien Jurado è un cantante originario di Seattle.  Inizia la sua carriera solista nella metà degli anni Novanta, realizzando una demo che gli permette di attrarre l’attenzione della Sub Pop Records. Con questa etichetta realizza il suo primo disco, Water Ave S (1997).  Il secondo lavoro è Rehearsals For Departure (1999).  Nel 2000 pubblica Postcards And Audio Letters e Ghost Of David. I Break Chairs viene realizzato nel 2002, sarà il suo ultimo lavoro per la Sub Pop. Nel 2003 l’artista approda ad una delle etichette “di culto” della scena indipendente, la Secretly Canadian, con la quale pubblica ben sette album ritornando al genere folk. Nel 2010 è la volta di Saint Bartlett, mentre a Febbraio 2012 viene realizzato Maraqopa, il secondo disco in collaborazione con Richard Swift dopo Saint Bartlett.  L’album segna un nuovo inizio: un suono pieno, ammiccante al folk-rock anni 70 e arrangiamenti ormai distanti anni luce dall’estetica lo-fi dei primi anni della sua carriera. Il suo percorso artistico ha mostrato continui cambi di umore, momenti oscuri alternati ad intramezzi di pura grazia. La sua paletta sonora spazia dal rock classico all’elettronica. Brothers and Sisters of the Eternal Son pubblicato nel 2014 è il secondo capitolo della sua trilogia: Visions of Us On The Land ne è il terzo e conclusivo capitolo. Inizialmente Jurado non voleva creare una trilogia. Il primo capitolo, Maraqopa doveva essere «una rapida istantanea. Ma è diventato qualcosa che vive nella mia coscienza. Maraqopa è il luogo tranquillo in cui posso rifugiarmi nella mia mente. Un po’ psichedelico, [...]. L’ho chiamato Maraqopa, un nome simile alle città di fantasia della televisione o dei libri”. Visions of Us On The Land è un viaggio ulteriore nel subconscio, un viaggio simbolico che mette in luce le persone e le città che il personaggio principale del racconto e il suo compagno di viaggio, Silver Katherine, incontrano dopo essersi lasciati alle spalle la città in cui vivevano.  Da qui i titoli dei brani che alludono a luoghi reali americani. Come in tutte le grandi opere, nell’album si parla di vita  e di morte, di amore e libertà.
INFO: www.damienjurado.com



Martedi 5 Luglio Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 21.30 JAZZ EVIDENCE - UN VIAGGIO A TAPPE NELLA MUSICA JAZZ DI OGGI GIOVANNI DI COSIMO - NU LIVE NEL GIARDINO DI MONK INGRESSO GRATUITO
Giovanni di Cosimo (tromba, flicorno, effetti elettronici): Simone De Filippis (chitarra ed elettronica), Paolo Pecorelli (basso ed  elettronica), Cristiano De Fabrittis (batteria), Daniele Tittarelli (sax), Arturo Valiante (pianoforte e keyboard).



NU come NUOVO, progetto in continua ricerca ed evoluzione. NU come NUDO, il musicista che si spoglia per restituire se stesso attraverso il proprio strumento. NU è il progetto del musicista e compositore Giovanni di Cosimo, dal 2013 nel cast di Gazebo, il programma di Rai3.
NU è frutto di una lunga ricerca in cui Di Cosimo definisce un suono e un linguaggio strumentale molto personale. Un'evoluzione che parte dal jazz e attraversa tutta la musica, senza preconcetti e confini di genere, e che lascia uno spazio importante all’improvvisazione. Inside si compone di otto brani che si ispirano al vissuto e all’immaginario del compositore, levigati dai venti, spogliati dalle asperità e dalle tinte forti, che ci restituiscono un paesaggio sonoro morbido e delicato come quello immortalato nello scatto di copertina.  



Lunedi 11 Luglio Apertura Porte Ore 20:30 - Inizio Concerti Ore 22.00 ERICA MOU LIVE NEL GIARDINO DI MONK INGRESSO GRATUITO



Mercoledi 13 Luglio Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 21.30 JAZZ EVIDENCE - UN VIAGGIO A TAPPE NELLA MUSICA JAZZ DI OGGI WATERMELON SLIM LIVE NEL GIARDINO DI MONK INGRESSO GRATUITO



Martedi 19 Luglio Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 21.30 JAZZ EVIDENCE - UN VIAGGIO A TAPPE NELLA MUSICA JAZZ DI OGGI GIOVANNI AMATO Echoes of Blu Note Era 4et LIVE NEL GIARDINO DI MONK INGRESSO GRATUITO
Giovanni Amato-tromba Gianluca Figliola-chitarra Leo Corradi-organo hammond Marco Valeri-batteria
ECHOES OF BLU NOTE ERA 4et è il nuovo progetto del grande trombettista Giovanni Amato, compositore di notevole spessore,ottimo arrangiatore,dotato di uno swing eccezionale unito ad uno scorrevolissimo fraseggio bebop.  Ha collaborato con diversi artisti di fama mondiale quali: Tom Harrell, Lee Konitz, Danilo Perez, Steve Grossman, Gary Peacock, Billy Hart, George Garzone, Jerry Bergonzi, Bob Russo, la Chicago University Band, Diane Schuur, Kirk Lightsey, Vincent Herring, Avishai Cohen, Kevin Mahogany, Richard Galliano, Bob Mover, Gene Jackson. In occasione della rassegna JazzEvidence potremo ascoltare il grande Giovanni Amato insieme al suo quartetto eccezionale formato da Gianluca Figliola alla chitarra,Leo Corradi all'organo hammond e Marco Valeri alla batteria. Un evento musicale che ci regalerà un esperienza unica di grande jazz.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});




Lunedi 25  Luglio Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 21.30 BADLY DRAWN BOY LIVE NEL GIARDINO DI MONK INGRESSO
È il giugno del 2000 quando Damon Gough, a.k.a. Badly Drawn Boy, debutta sulla scena musicale con il suo The Hour of the Bewilderbeast, vincendo il Mercury Music Prize. Una carriera curiosa, meravigliosa, inimitabile, imprevedibile e costellata di importanti premi. Da allora ha pubblicato quattro album in studio -  Have You Fed The Fish? (2002), One Plus One Is One (2004), Born In The UK (2006) e It’s What I’m Thinking Part 1: Photographing Snowflakes (2010) - e tre colonne sonore, About a Boy (2002, dall’omonimo film), Is There Nothing We Could Do? (2009, dal film di Caroline Aherne The Fattest Man In The UK) e Being Flynn (dall’omonimo film del 2012). La colonna sonora del film About a Boy del 2002, interpretato da Hugh Grant, rimane l’album più acclamato e di successo di Badly Drawn Boy, che ha conquistato il disco d’oro nel Regno Unito anche grazie ai singoli Silent Sigh e Something To Talk About. Dopo il successo dei primi EP Badly Drawn Boy debutta con The Hour of Bewilderbeast. L’album viene immediatamente acclamato dalla critica aggiudicandosi il Mercury Music Prize per l'anno 2000. Dopo una breve pausa, Damon Gough inizia a lavorare alla colonna sonora del film About A Boy da cui vengono estratti tre singoli: Silent Sigh, Something To Talk About e You Were Right. Nel 2002 arriva Have You Fed the Fish?, e due anni più tardi One Plus One Is One, un album intimista, un ritratto della sua vita privata, in cui Damon Gough parla della morte di un suo caro amico. Nel 2006 pubblica Born in the U.K., e nel gennaio 2010 il suo ultimo album, Is There Nothing We Could Do?, colonna sonora del film TV The Fattest Man In Britain.
INFO: www.badlydrawnboy.co.uk



Martedi 26 Luglio Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 21.30 JAZZ EVIDENCE - UN VIAGGIO A TAPPE NELLA MUSICA JAZZ DI OGGI UGOLESS LIVE NEL GIARDINO DI MONK INGRESSO GRATUITO

Daniele Tittarelli – sassofoni Fabio Sasso – batteria Andrea Guastadisegni – sintetizzatori
 'Ugoless' è un trio sperimentale, due musicisti di jazz e un Sound Designer ed Audio Engineer che tentano di coniugare differenti sonorità, quelle acustiche di batteria e sassofoni a quelle elettroniche di sintetizzatori e campionatori.  Provengono da esperienze formative diverse, ma condividono prospettive musicali, influenzandosi a vicenda nella definizione di nuovi orizzonti sonori, cimentandosi principalmente in composizioni originali o rielaborazioni di 'citazioni musicali'. I loro riferimenti musicali spaziano da John Coltrane a Moondog fino ad arrviare agli Autechre. L'idea dell'improvvisazione è predominante, così da rendere ogni performance  “unica”, sperimentando poliritmi e suoni sempre nuovi. 
INTRODUCING è il primo EP del trio, registrato live in studio dove gli strumenti acustici si sovrappongono con un approccio “Jazz” a loop e tappeti sonori creati live.


INFO: www.facebook.com/Ugoless



Martedi 2 Agosto Apertura Porte Ore 18:30 - Inizio Concerti Ore 21.30 STU LARSEN LIVE NEL GIARDINO DI MONK

INGRESSO GRATUITO

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  




STU LARSEN Cresciuto nella piccola cittadina di Dalby in Australia, a tre ore di auto da Brisbane, Stu Larsen inizia a suonare la chitarra a 14 anni per volere di sua madre, che riteneva la musica un ottimo mezzo per aiutare il ragazzo a superare la timidezza. La strategia ha successo e in occasione dell’ultimo giorno di scuola superiore Larsen si esibisce per la prima volta davanti ad un pubblico di oltre mille persone. Qualche anno più tardi, Larsen si trasferisce a Toowoomba, dove inizia ad esibirsi da solo e vince un contest. Quest’ulteriore conferma gli dà il coraggio di intraprendere la vita del musicista perennemente in viaggio.
Dopo diversi lavori autoprodotti, tra cui l’EP in compagnia dell’armonicista giapponese Natsuki Kurai (2013), “Vagabond” (Nettwerk Records/Warner, 2014), uscito l’estate scorsa, costituisce l’esordio di Larsen in una casa discografica. Per l’occasione il cantautore si è avvalso di una collaborazione d’eccezione: l’album è infatti prodotto dall’amico e collega Passenger, al secolo Mike Rosenberg, stella nascente dell’indie con venature folk di cui Larsen ha spesso aperto i concerti negli ultimi tre anni.
INFO: www.stularsen.com

© Riproduzione riservata