Taste Of Roma 2016

Taste of Roma: 4 giorni con i migliori chef della Capitale

509
stampa articolo Scarica pdf

Grande successo per la quinta edizione del Taste of Roma. Si è svolto  dal 15 al 18 settembre presso i Giardini Pensili  nella suggestiva cornice dell'Auditorium Parco della Musica. I visitatori hanno potuto deliziare il proprio palato con piatti "firmati" ma a prezzi popolari, grazie al moderato costo compreso tra i 5 e i 7 euro.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Una quattro giorni di incontri coi migliori chef della Capitale, un'occasione per poter assistere dal vivo all'alta cucina e poter studiarne i segreti grazie agli show cooking. Ben 28 mila i visitatori, nonostante la pioggia e il tempo ballerino di questa fine d'estate. Tredici gli chef presenti: Ben 13 gli chef presenti nelle cucine per l'edizione 2016: Adriano Baldassarre (Tordomatto), Alba Esteve Ruiz (Marzapane Roma), Alessandro Narducci (Acquolina), Andrea Fusco (Giuda Ballerino), Angelo Troiani (Il Convivio Troiani), Cristina Bowerman (Glass Hostaria), Daniele Usai (Il Tino), Davide Del Duca (Fernanda Osteria), Francesco Apreda (Imago all'Hassler), Giulio Terrinoni (Per me), Heinz Beck (La Pergola-Hotel Rome Cavalieri), Roy Caceres (Metamorfosi) e Stefano Marzetti (Mirabelle Hotel Splendide Royal). La carta dei vini è ancora a firma di Enoteca Trimani.

Fra le novità di questa edizione al via il Charity Restaurant grazie alla collaborazione di Esselunga: uno spazio dedicato a quattro grandi chef (Anthony Genovese, Oliver Glowig, Massimo Veglietti e Gianfranco Pascucci. Previste quattro portate, e tutto il ricavato sarà devoluto in benificenza, al WWF Oasi per Terre dell'Oasi.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Grande gesto poi di solidarietà poi promosso dalla Regione Lazio. In vendita per 15 euro il kit per preparare la classica ricetta all'amatriciana amatriciana. All'interno pasta, pomodoro, guanciale e pecorino romano: insomma tutto il necessario per preparare il piatto più celebre della regione. Inoltre, un modo per aiutare le popolazioni di Amatrice ed Accumoli: tutto il ricavato infatti, è stato devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto. La risposta dei visitatori è stata massiccia, segno di grande solidarietà e vicinananza.  Visto il grande successo, la sesta edizione del Taste of Roma è stata già fissato per il prossimo anno.

Fabio Pochesci

© Riproduzione riservata