Sant'Ivo, Il Sanremo Degli Avvocati

Sant'Ivo, Il Sanremo Degli Avvocati

Grande successo di pubblico per la seconda edizione.

stampa articolo Scarica pdf

Grande successo di pubblico per la seconda edizione di Sant'Ivo, il Sanremo degli Avvocati, la cui finale si è svolta ieri sera al Teatro Brancaccio a Roma. Vincitore della kermesse canora Andrea Manasse con "Storia d'amore", che ha ricevuto la toga bianca e la targa commemorativa. Secondo posto per Gabriele Guaitoli con "Via con me", mentre al terzo posto si è classificata Antonia Supino con "Come foglie". Premio speciale della critica per Serena de Giglio con "Per dire di no" Come ogni anno, anche stavolta si sono cimentati 12 avvocati, quelli che hanno superato ad ottobre le selezioni nella Sala Commissioni della Cassazione, dove ben 70 professionisti hanno deciso di misurarsi con le proprie capacità canore. I 12 finalisti, scelti anche per la presenza scenica, per due mesi si sono esercitati seguendo i consigli di Stefano della Rovere, musicista legato all'arte, e di Alberto Aschelter, avvocato ed esperto musicologo.
Sant'Ivo, come detto, è il santo protettore degli avvocati. Al vincitore della kermesse come accennato la toga: non quella nera tipica dei legali, ma quella bianca, che nell'antichità veniva indossata dai poeti. Il ricavato dello spettacolo della finale sarà integralmente devoluto in beneficenza a una famiglia in difficoltà legata al mondo della professione forense. Nella giuria questa serata di "Avvocati got talent" l'avvocato Donatella Cerè, l'avvocato Daniele Bocciolini, la criminologa Roberta Bruzzone, il giudice di pace di Roma Antonietta Trovato e Lucia Morante, segretario amministrativo dell'Anf, l'Associazione Nazionale Forense.
Lo spettacolo è stato organizzato dal Progetto Cultura e Spettacolo e scritto da Vincenzo Marano, dal consigliere dell'ordine Aldo Minghelli e da Fabio Salvati per la regia di Biagio Maiolino.

© Riproduzione riservata