Juve Ai Quarti.. Ma Quanta Fatica

I bianconeri partono bene ma nel finale rischiano il pareggio.

stampa articolo Scarica pdf

Dopo la bella prestazione contro il Bologna, i bianconeri ricevono l'Atalanta per gli ottavi di Coppa Italia.

Turnover in casa Juventus. con Neto che prenderà il posto di Buffon, Hernanes partirà dall'inizio così come Rincon e Mandzukic.

In casa bergamasca invece ampio turnover per Gasperini che mette in campo molte seconde linee lasciando in panchina Gomez.

Nelle fasi iniziali è la Juventus a prendere in mano il pallino della gara, e sfiora il gol con Mandzukic; ma la rete non tarda ad arrivare e poco dopo sepre Mandzukic appoggia di testa per Dybala che di controbalzo d'esterno fa secco Berisha.

L'Atalanta accusa il colpo e poco dopo le reti da rimontare diventano due, Dybala si veste da uomo assist e ricambia il favore servendo Mandzukic che a tu per tu con Berisha sigla la rete del 2-0.

Verso la fine del primo tempo occasione ancora per Mandzukic che però cicca il pallone vanificando il tutto, è l'ultima occasione e le squadre vanno a riposo sul risultato di 2-0.

Nel secondo tempo è la Juventus a provarci subito, Rincon dopo una serie di finte e controfinte prova il tiro da fuori area, il portiere nerazzurro però è bravo a deviare sulla traversa e succesivamente in corner.

L'Atalanta, non pervenuta fino ad ora, si vede dalle parti di Neto e al primo vero tiro in porta trova con Konko la rete che riapre il match, l'ex Lazio fa partire un gran tiro dal limite dell'area che si spegne in rete dopo aver baciato l'incrocio dei pali.

Dopo lo spavento del gol subito la vecchia signora si getta nuovamente all'attacco e si procura con Lichtsteiner un calcio di rigore che Pjanic trasforma per il 3-1 dando piu sicurezza alla squadra.

Le sicurezze e le certezze vengono spazzate via poco dopo con il gol del neo entrato Latte Lath, che in scivolata anticipa Lichsteiner e fa 3-2 dando speranza ai tifosi bergamaschi.

I bianconeri soffrono molto e l'Atalanta va vicino alla rete del 3-3 che sarebbe anche meritata, purtroppo però dopo 3' di recupero l'arbitro manda tutti negli spogliatoi decretando la fine della partita.

La Juventus ha fatto un buon primo tempo, però come spesso capita non riesce a gestire pressioni e risultato e questo fa si che le avversarie riescano ad impensierire la retroguardia e come successo stasera rischia di buttare via una partita archiviata praticamente nel primo tempo.

L'Atalanta ha disputato un'ottima partita dopo essere andata sotto di due gol ha trovato la forza di accorciare le distanze per ben due volte, la sfortuna ha fatto si però che il gol del 3-3, che avrebbe mandato le squadre ai supplementari, non sia arrivato per questione di centimetri.

Juventus-Atalanta 3-2


Juventus (4-3-1-2): Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Rugani, Asamoah; Marchisio (46' Sturar), Hernanes, Rincon; Pjanic (81' Bonucci); Dybala (62' Pjaca), Mandzukic. A disp. Audero, Del Favero, Khedira, Cuadrado, Higuain, Semprini. All. Allegri.

Atalanta (3-5-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Freuler, Grassi (60' Latte Lath), Spinazzola; Kurtic (46' Konko); D'Alessandro (81' Gomez), Petagna. A disp. Sportiello, Bassi, Migliaccio, Pesic, Raimondi, Melegoni, Gatti, Capone. All. Gasperini.

Reti: 22' Dybala, 34' Mandzukic, 72' Konko, 75' Pjanic rig. 81' Latte Lath.

Arbitro: Giacomelli di Trieste.

Ammoniti: 29' Grassi (A), 64' Toloi (A), 70' Latte Lath (A), 93' Freuler (A).



© Riproduzione riservata