Sora Rosa

113 Anni di Gusto....mica poco!

stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Il locale è situato a pochi metri dall’Appia Antica, lontano dal caos cittadino e immerso nel verde della campagna romana. Un ampio parcheggio, un parco che gode di una caratteristica vegetazione, salone per banchetti, ambienti che rispecchiano un gusto classico, un pò nostalgico: è l’ideale per incontri di lavoro e cenette intime, per chi è alla ricerca di una particolare atmosfera o per trascorrere una domenica con la famiglia.

Il ristorante, conosciuto da un’eterogenea clientela italiana e straniera, si propone al pubblico con i sapori della tradizione che lo hanno portato a sfiorare alti livelli nella cucina italiana. “Sora Rosa” ha mantenuto uno stile deciso, capace di portare avanti “saperi” oltre che “sapori” di una antica e semplice realtà gastronomica.

Il successo dei suoi piatti? La passione con cui viene impostata ogni singola pietanza, la cura e la scelta degli ingredienti che consentono la preparazione di determinati piatti, tutti rigorosamente espressi. Fiori all’occhiello di questa oasi gastronomica sono il delizioso “pollo alla diavola”, il “filetto alla Sora Rosa”, gli “spaghetti con i funghi” o i particolarissimi “carciofi al limone”, specialità come la “sogliola al burro”, “mazzancolle alla pescatora”, “gamberi in salsa”, ma anche piatti giornalieri "Fantasie del Giorno", e per finire il nuovo assortimento di dessert fatti in casa come il "Semifreddo di Cocco Cioccolato e Nutella", La "Torta Di Ricotta e Pere", "La mela Rivestita in Sfoglia Croccante con Zucchero di Canna".......

Dal 1900...nel suo Ristorante ha avuto ospiti importanti ?

Si, abbiamo la complicità della posizione, non ci troviamo in centro, ma non siamo nemmeno lontani, è un posto discreto tranquillo, dove non c'è mai troppo caos, alcuni personaggi della politica e dello spettacolo apprezzano questa atmosfera, molto semplice e familiare, e noi siamo onorati di annoverarli tra i nostri clienti.

Ci può dire qualche nome ?

Nel nostro ristorante entrando non trova foto o autografi di personaggi appesi alle pareti,noi sappiamo chi ci preferisce, ci fa' piacere e visto che ci ricambiano tornando quando possono, forse apprezzano anche questa nostra discrezione, però le posso dire che uno dei personaggi che non perdeva occasione di venirci a trovare ogni volta che si trovava a Roma era Frank Sinatra.

Un lato positivo ed uno negativo della sua professione.

Positivo è tutto quello che questo lavoro ti da' in termini di soddisfazione, incontri molte persone, culture, idee, personalità, ti arricchisci ogni giorno, nel bene e nel male, un lato negativo è che diventa sempre più un lavoro di sacrificio, se ti dedichi personalmente devi farlo con il cuore e con la testa, 12 ore al giorno, non conosci festività, week end, quando per le persone è un giorno di festa e riposo, per te equivale al doppio del lavoro,ed anche la famiglia la vita privata vengono in un certo senso risucchiate da questo.

Però avrà delle grandi soddisfazioni economiche.

Una volta si guadagnava bene, oggi ci sono diversi fattori che fanno di questo mestiere un mestiere come un altro solo investendo più fatica. Ci possiamo “togliere” tante soddisfazioni, ma se ti manca il tempo di “toglietele”...Ora con questo tassazione, lavorare in proprio nonè più conveniente, ora hai anche la responsabilità a fine mese di non far mancare nulla a chi lavora per te, e di questi tempi comincia ad essere difficile.

Accetta le critiche rivolte ai suoi piatti o al suo lavoro ?

Sono onesto, le critiche non fanno piacere a nessuno, però c'è da dire che sono una persona che riflette, quindi passato il fastidio iniziale si ragiona sul perchè un cliente ti ha mosso una critica e ti attivi in modo da “aggiustare il colpo”, fai tesoro di chi ha avuto il coraggio di dirti in faccia quello che pensa di un determinato piatto, o dell'ambientazione, o della luce troppo fredda, accetto tutto, purchè siano coerenti, educate e corrette, non siamo infallibili, siamo esseri umani, e benchè non vorrei capitasse a nessuno uno spaghetto scotto, dico che può capitare, purchè si faccia del tutto per rimediare, mi infastidiscono invece, quelle persone che attraverso alcuni siti di gradimento rivolte ai ristoranti, esprimono giudizi pesanti e soprattutto non veritieri, volti più a danneggiare che ad esprimere un parere, quel tipo di recensioni a mio giudizio non fanno bene a nessuno, li considero solo atti di cattiva educazione e malafede, espressi oltretutto senza possibilità di replica.

Grazie al Sig. Tarani per aver accettato la nostra intervista.

© Riproduzione riservata

Multimedia