Coppa Italia/ Juventus-Lazio 2-0

Coppa Italia/ Juventus-Lazio 2-0

Troppa Juve per questa Lazio: la Coppa Italia è dei bianconeri, decidono Dani Alves e Bonucci

stampa articolo Scarica pdf

Niente da fare per la Lazio, la Coppa Italia è della Juve. L'impresa si  rivela impossibile per i ragazzi di Inzaghi, i bianconeri dominano e ottengono meritatamente il dodicesimo successo in questa competizione. La serata si è subito messa male per i colori biancocelesti, dal palo di Keita al vantaggio di Dani Alves, al raddoppio di Bonucci. Nel mezzo anche la sostituzione forza di Parolo, non al meglio delle condizioni, capace di reggere solo 20 minuti di gioco.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Termina con l'amaro in bocca e ancora una volta, come nella finale del 2015, con il rimpianto di un palo colpito. Probabilmente se Keita avesse segnato, la Juventus avrebbe fatta la sua coppa ugualmente visto lo strapotere, ma sembra che i biancocelesti abbiano spento la luce da quel legno. SI sono fatti trovare impreparati e piazzati male in occasione dell'1-0 e anche nell'episodio del raddoppio bianconero. Tanti errori, troppe distrazioni e divario tra le due squadre è sembrato enorme, soprattutto nella prima frazione. Nella ripresa c'è stato uno spirito senz'altro diverso, complice l'orgoglio di questa squadra e la rilassatezza degli uomini di Allegri. Le entrate in campo di Anderson e Luis Alberto portano freschezza alla manovra, e fioccano le occasioni: un ottimo Neto nega la gioia del gol in almeno due occasioni con altrettanti riflessi degni del miglior Buffon.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Complice anche la serata opaca di Keita e Immobile sotto il punto di vista realizzativo, la partita scivola via così, con l'amarezza della quarta sconfitta consecutiva in finale, tutte e quattro ad opera della Juventus. Per la terza volta in stagione i biancocelesti restano a zero gol segnati alla Juve, e addirittura l'ultima rete laziale risale al gol di Radu nella finale di Coppa Italia del 2015. Una sorta di maledizione.


La Lazio ora si leccherà le ferite e dovrà chiudere al meglio il campionato per chiudere al quarto posto, piazzemento che i ragazzi di Inzaghi meritano per la stagione svolta.

Il tabellino Juventus-Lazio 2-0
Marcatori: 12' Dani Alves (J), 25' Bonucci (J)
JUVENTUS (4-2-3-1): Neto; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Marchisio, Rincon; Dani Alves, Dybala (78' Lemina), Mandzukic; Higuain. A disp. Buffon, Audero, Benatia, Lichtsteiner, Mattiello, Asamoah, Kean, Sturaro,Leris, Cuadrado. All.Allegri.
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos (53' Felipe Anderson), de Vrij (69' Luis Alberto), Wallace; Basta, Milinkovic, Biglia, Parolo (20' Radu), Lulic; Immobile, Keita. A disp. Vargic, Adamonis, Patric, Hoedt, Murgia, Crecco, Lombardi, Djordjevic, Tounkara. All.Inzaghi
Arbitro: Tagliavento (sez. Terni). Ass: Costanzo-Cariolato. IV: Massa. Add: Rocchi-Damato.
NOTE.Ammoniti: 86' Dani Alves (J)

Recupero: 2'pt

Fabio Pochesci 

© Riproduzione riservata