Le Stanze D’artista Della Galleria D’Arte Moderna

Le Stanze D’artista Della Galleria D’Arte Moderna

In mostra i capolavori del ‘900 italiano

stampa articolo Scarica pdf

“Sono le cose ordinarie che operano nel nostro animo in quella guisa così benefica che raggiunge le estreme vette della grazia, e chi le abbandona crolla inevitabilmente nell’assurdo, cioè nel nulla, sia plasticamente che spiritualmente”. (Carlo Carrà, 1919)

La Galleria d’Arte Moderna, fino al 1 ottobre 2017, sarà l’affascinante cornice di Stanze d’artista. Capolavori del ‘900 italiano, una mostra che ne racconta i maggiori esponenti attraverso un dialogo tra le opere e gli scritti privati degli artisti. Un elemento solitamente inusuale, un rapporto che va oltre quella forma di espressività esclusiva effettuata con l’ausilio dei pennelli e rompe il “diniego” di Henri Matisse, “Statemi a sentire, volete fare pittura? Allora cominciate col farvi tagliare la lingua, perché d'ora in poi dovete esprimervi unicamente con i pennelli”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Scrittura come aspetto dell’intimità, manifesto d’arte per artisti come Savini e de Chirico che furono anche grandi scrittori e romanzieri. Parole scritte nei diari, nelle poesie, negli articoli di critica; livelli di riflessione per una selezione di testi che offre una lettura trasversale della pittura arricchendo le opere di significato cosicché il visitatore possa scoprire e confrontare il pensiero con l’opera. Una chiave di lettura intimista che accomuna artisti legati, oltre che da una comune passione, da un sentimento di amicizia.

Un allestimento che mette in relazione le opere della Galleria con importanti pezzi provenienti da collezionisti privati; capolavori che attraverso le sale rivelano l’intreccio dei linguaggi creando l’illusorietà di addentrarsi nelle “stanze private” di ciascun artista. Un inedito specchio sui temi caratterizzanti il Novecento Italiano, con particolare riferimento ai decenni 1920 e 1930; una rilettura affascinante che fa scoprire nuove parti del vasto patrimonio artistico italiano grazie anche al criterio di rotazione delle opere adottato dalla Galleria sin dalla sua riapertura nel 2011.

Mondi poetici che racchiudono artisti come Mario Sironi, Arturo Martini, Ferruccio Ferrazzi, Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Carlo Carrà, Ardengo Soffici, Ottone Rosai, Massimo Campigli, Marino Marini, Fausto Pirandello e Scipione.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Spose che aspettano trepidanti i propri amati partiti per mare (Campigli); combattimenti tra gladiatori dai corpi scultorei che si avvolgono nella frenesia dei corpi (de Chirico); donne leziose che contemplano la propria immagine riflessa negli specchi (Ferrazzi); cardinali assisi sui propri troni incorniciati da vedute romane (Scipione); intrecci tra storia e mito, campi e colline, paesaggi più o meno anonimi in grado di far viaggiare l’avventore tra i sogni, i ricordi e le frasi scritte e non dette per un viaggio nel mondo interiore dei grandi artisti del Novecento italiano.

Ilenia Maria Melis

Stanze d’artista. Capolavori del ‘900 italiano

Galleria d’Arte Moderna

Via Francesco Crispi, 24 – Roma

www.galleriaartemodernaroma.it

www.zetema.it

© Riproduzione riservata