The Biber Project

10 giugno - Officina Lanificio

416
stampa articolo Scarica pdf

Nero Gallery
&
Officina Lanificio
presentano
Finissage Sabato 10 Giugno dalle 20:00 in poi
• THE BIBER PROJECT•


Nella cornice di "Arcanum"
Mostra collettiva
Adriano Fida • Anelo 1997 • Beppe Stasi • Craww • Donnadieux • Eolo Perfido
Eric Lacombe • Fabiano Gagliano • Fabio Timpanaro • Francesco Viscuso Frederic Voisin • Isabelle Vialle • Karl Billaud
Matsuoka Heyshiro • Paul Toupet
Riccardo Mannelli • Saturno Buttò • Sicioldr • Veks Van Hillik

THE BIBER PROJECT

The Biber Project è una audio performance live nella quale interpretazione e ricomposizione del repertorio barocco si fondono con la sperimentazione sonica e l’interazione.
Lo studio musicale è un percorso conoscitivo ad ampio spettro che attraverso interpretazioni, riletture, manipolazioni audio, brani originali e recomposed indaga i canoni espressivi del seicentismo.
L’idea è nata in occasione della stesura della colonna sonora per l’installazione Pieghe di Ginevra Napoleoni. Seguendo l’esigenze performative, ho rivisitato, in quell’occasione, le Sonate del Rosario di Heinrich Ignaz Franz Biber.
I presupposti erano due assiomi ben precisi e posti insieme: la proporzione barocca delle forme vista nella sua inter-penetrazione tra le parti e la materica singolarità dei frammenti che assumono, in una visione macroscopica, una loro identità architettonica autonoma.
The Biber Project affonda il suo Dna in questa geometrica ricostruzione che segue proporzioni numeriche proprie della Sezione Aurea. Una sorta di grande suite strumentale, un atto unico che sfocia in un flusso continuo di sperimentazione e purismo formale in un’articolata visione sonora a metà tra il recital e la regia musicale live.

Brani

Johann Sebastian Bach
Preludio in Do Maggiore dal Clavicembalo Ben Temperato , Vol.1

Luca Longobardi
Jeudi (brano originale)

Heinrich Ignaz Franz Biber
Sonata del Rosario n.1 - L’Annunciazione
(riproduzione meccanica)

Domenico Scarlatti
Sonata in Do# minore K.247

Luca Longobardi
Mutazione #1 (brano originale)

Johann Sebastian Bach
Preludio in Fa Minore dal Clavicembalo Ben Temperato , Vol.1
(recomposed)

Vivaldi - Richter
La Primavera
(riproduzione meccanica)

Georg Friedrich Händel
Sarabande
(recomposed)



BIOGRAFIA

Pianista e compositore, Luca Longobardi avvicina al linguaggio classico una spiccata apertura verso lo sperimentalismo elettronico, delineando uno stile personale chiaro e distinguibile, molto apprezzato sia in Italia che all’estero.
Scrive prevalentemente per il balletto contemporaneo, il teatro e le installazioni multimediali.
Sua la firma delle colonne sonore originali e la regia musicale degli spettacoli immersivi di Carrières de Lumières a Baux-de-Provence e di quelli della Kunstkraftwerk di Lipsia.
Le sue performance presentano un entourage multimediale che accompagnano la fruizione delle sue composizioni musicali originali. Lo definisce come 'visione sonora’, una mise en scene che crea un forte impatto emotivo e personale attraverso una serie di input multimediali. Sono nati così percorsi installativi come per Jeudi – visioni sonore, uno spettacolo che debutta presso il Canova22 (Rm) con 15 repliche e un forte riscontro di pubblico o installazioni audio complesse come il Quinto Corpo, performance e video installazione di Massimialino Siccardi e Ginevra Napoleoni, che presenta nella musica un percorso multi-output di ascolto e una live performance elettronica.
Sette i suoi lavori discografici: 29|33 (2010), B612 (2011), #Espace13 (2012), P.eople. (2013) e Laura Canta (2014), Random Days (2015), Solo Piano Work – Volume One (2016) pubblicati su iTunes e altre piattaforme digitali.

• • • • • •

Orari apertura mostra:
Dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 22.00
Domenica dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 18.00 alle 22.00
Lunedi chiuso


Officina Lanificio (ingresso Ristorante)
Via di Pietralata, 159
00158 - Roma

Tel: 06.4501384
officina@lanificio.com
lanificio.com | FB/lanificioofficina



Nero Gallery
info@nerogallery.com
www.nerogallery.com | FB/Nerogallery

© Riproduzione riservata