Macelleria Soxial

Il nuovo album dei Blak Vomit

stampa articolo Scarica pdf

ESCE IL 21 GIUGNO 2017 IL NUOVO ALBUM DEI

BLAK VOMIT 

MACELLERIA SOXIAL

Con 12 album all’attivo i Blak Vomit pubblicano Macelleria Soxialin uscita il 21 giugno 2017, il nuovo disco di inediti che completa “quella sporca  dozzina” con l’ambizione di scrivere una nuova pagina della storia del punk rock italiano. 

A sette anni da “Karnefixina” e dopo due anni di esperienza solista del frontman Jena con “Bruklin”, i Blak Vomit sono tornati in studio di registrazione - Jena (Gianluca Favero) voce, Sabo (Stefano Sabotig) al basso, Soflan (Marco Gallazzi) alla chitarra e Derrik (Derrik Bonucci) alla batteria - annunciando la nuova produzione con i due video:

Licenziato al Volo” (https://www.youtube.com/watch?v=6UfL74F9gMY&t=49s)

ed “Ecciao” (https://www.youtube.com/watch?v=0Q4OJFereNU&t=25s).

Due singoli, diversi per ritmo e stile di racconto, che anticipano lo spazio musicale del nuovo album: il primo, rock più lento e carico nei bassi, trasmette la tensione del mondo del lavoro nella scena di in un calcio di rigore; il secondo più tagliente, sferzante e punk raffigura l’alienazione di uno scenario quotidiano privo di prospettiva attraverso un movie animato in bianco e nero (opera punk del graphic designer Enzo Benedetto). Tra questi due poli complementari si sviluppa Macelleria Soxial, un disco inconfondibilmente firmato Blak Vomit, 9 tracce di punk rock puro e crudo. 

Cambio (presa di coscienza e di distanza da opinioni, generazioni, amicizie, sentimenti), Ecciao (la rivelazione, lo schiaffo punk), Diventa (le opportunità, la scelta davanti al bivio), Lavatrice (la politica, il potere, il controllo sulle nostre vite, bisogni e perversioni), Freddo (le relazioni consumate, la crudeltà, la passione, la gelosia, troppo di tutto), Soldi (il gioco, il vizio, il sesso, il denaro), Festa (la follia e la normalità, dimensioni senza linea di confine, amalgamate come la musica e le emozioni), Ti voglio bene (l’insidia, il veleno sotto lo zucchero), Licenziato al Volo (il mondo del lavoro). 

Punk rock graffiato dalla “zampata” di Jena, autore di testi e musica, che apre soluzioni inaspettate: i significati dei brani hanno più piani di lettura, si sfogliano come pagine, rappresentando immagini e concetti sempre più profondi, accendendo connessioni con altri mondi musicali. 

All’ascolto Macelleria Soxial è un album ben strutturato, 9 canzoni intense per ritmo, dinamica, saturazione di suono. Stile e personalità del disco vanno di pari passo, perché testi e musica nascono insieme. Difficile individuare un prima e un dopo, le strofe dirette sfociano in ritornelli appiccicosi, sarcasticamente incalzanti. 

La realtà viene scoperta con disincanto e lucidità, ironia di un mondo sempre uguale a se stesso. Gli uomini sono – sempre, ancora - a potere, comando, sesso, soldi, vizi, programmati per un piano prestabilito. Sono le canzoni a risvegliare da questo torpore, a mettere in moto l’energia che abbiamo assopito, la voglia di cambiare, di tirare un calcio al destino, di essere protagonisti e vincere. Siamo alla ricerca della quiete, ma il vento soffia sempre ed è ciò che comunque ci dà la certezza di essere vivi. La musica, come il vento, arriva ovunque, soffia nelle vette come nei bassifondi, non fa distinzioni.

Se io fossi il vento, non soffierei più su un mondo tanto malvagio e miserabile… Eppure, lo ripeto e lo giuro, c’è qualcosa di glorioso e di benigno nel vento. (Herman Melville)

Macelleria Soxial dei Blak Vomit esce  il 21 giugno, prodotto da Stefano Giungato per Indiehub, distribuito da Professional Punkers.

Preordine di Macelleria Soxial al link: http://www.professionalpunkers.com/product-page/blak-vomit-macelleria-soxial-new-cd-digipack-album-2017-pre-ordine

Youtube: https://www.youtube.com/channel/BLAKVOMIT

Facebook: https://www.facebook.com/BLAK-VOMIT / Instagram: @blakvomit

© Riproduzione riservata