Genoa-Roma 1-1

De Rossi e la vena furiosa, la Roma butta due punti

465
stampa articolo Scarica pdf

di Simone Dell'Uomo 

Un'ingenuità gravissima, un errore che costa caro e che può incidere pesantemente sul campionato della Roma. Uno schiaffo di De Rossi a Lapadula in piena area di rigore, coi giallorossi avanti 1-0 grazie al taglio del Faraone, sancisce il rigore per il Grifone: e proprio Lapadula dal dischetto fa 1-1. La Roma esce da Marassi arrabbiata, delusa, e soprattutto con due pesantissimi punti in meno persi per strada. 

Peccato, perchè la Roma era entrata in campo da grande squadra, consapevole dei propri mezzi e cosciente del fatto che, prima o poi, avrebbe sbloccato la gara nel corso della ripresa. Manolas in panchina, Fazio-Jesus coppia di centrali, centrocampo fisico con Nainngolan De Rossi e Strootman, tridente consolidato con El Sharaawy e Perotti ad agire alle spalle di Dzeko.

Poche le palle gol nel corso del primo tempo, poche quelle costruite in particolare dai capitolini grazie ad un'organizzazione tattica niente male dei padroni di casa. Un genoa nuovo e compatto, grazie al lavoro realizzato in poche settimane da Ballardini, tecnico ex Lazio che ha saputo risistemare i genoani e dar loro una quadratura del cerchio smarrita ormai da diversi mesi. Si va all'intervallo sullo 0-0.

Nel secondo tempo Di Francesco toglie uno spento Perotti per regalar minutaggio e freschezza a Defrel. La squadra cambia ritmo: pallone tagliato, inserimento del Faraone, destro all'angolino e Perin battuto, roma in vantaggio. Il genoa prova a reagire attaccando a spron battuto sotto la sua gradinata nord; quando la Roma sembrava gestire il vantaggio, sfiorando addirittura il raddoppio con la solita punizione ben calciata da Kolarov, arriva l'episodio che cambia il match. Sugli sviluppi di un corner, manata di De Rossi in area romanista, Lapadula a terra, Var, rigore ed espulsione. Dal dischetto va Lapadula che spiazza Alisson e trova il suo primo gol stagionale. La Roma si allunga, Di Francesco inserisce Schick, giallorossi tutti avanti alla ricerca del gol del controsorpasso nonostante l'inferiorità numerica. Ne prova ad approfittare il Genoa, che con lo scatenato Lapadula sfiora un vantaggio che avrebbe fatto esplodere il Ferraris, ma è la Roma ad annusare il clamoroso colpo di coda, grazie ad una traversa colpita da Strootman a pochi metri dalla porta su cross basso di Kolarov. 

Triplice fischio, la Roma torna a casa fallendo la missione bottino pieno. Il Napoli vince a Udine e scappa, partenopei a +6. Per i giallorossi tanto amaro in bocca, due punti persi in pieno stile Roma: notti insonni per De Rossi all'orizzonte.  

© Riproduzione riservata