Lazio-Roma 0-0

Reti inviolate all'Olimpico, il derby vale un punto Champions

stampa articolo Scarica pdf

Derby a reti inviolate. Lazio e Roma si dividono la posta e continuano a braccetto al terzo posto a quota 61 punto. Una partita equilibrata e ricca di emozioni fino all'ultimo secondo, con i giallorossi che recriminano per i due legni colpiti. Per la Lazio non era facile, reduce da una dura settimana sotto il punto di vista psicologico e fisico. Grande partita d'orgoglio e cuore dei biancocelesti, frizzante e vivace, che subisce la Roma solamente nella seconda parte del primo tempo.  Tanto cuore da entrambe le sponde,  tanti errori e occasioni sciupate, soprattutto da Immobile e compagni, ai quali manca spesso l'ultimo passaggio. Nel primo tempo la migliore occasione capita sul destro di Parolo che calcia di poco alto sopra la traversa da ottima posizione. La Roma dal canto suo spaventa Strakosha prima con il clamoroso palo a botta sicura. Trenta secondi dopo Kolarov pennella per l'accorrente Dzeko: il bosniaco non trova l'impatto con il pallone. Lazio che dopo un ottimo avvio sembra calare fisicamente ed inizia ad essere fallosa: Leiva, Luiz Felipe e Radu terminano sul taccuino di Mazzoleni. La Roma sfiora il vantaggio con Peres, il palo salva la Lazio.  Nella ripresa la squadra di Inzaghi entra con il piglio giusto alzando subito il ritmo dai primi minuti. E' Anderson il più pericoloso, prova a sfondare sulla fascia ma ai suoi spunti manca il guizzo vincente. Inzaghi lo sostituisce (con tanto di occhiatacce del brasiliano) al 60' per dare spazio a Luis Alberto. Prima Immobile di esterno destro, poi Proprio lo spagnolo tentano la giocata vincente ma la mira è imprecisa. Il momento nevralgico del match corrisponde all'ingenuità di Radu e di conseguenza la sua espulsione per doppia ammonizione. A dieci minuti dal termine, il romeno prende per la maglia Under sugli sviluppi di un lancio che non sarebbe mai arrivato nella zona del turco. Inzaghi è costretto al cambio, fuori Immobile dentro Bastos per arginare il buco lasciato dal 26 laziale. La Roma logicamente fiuta il momento favorevole e alza il baricentro, la difesa biancoceleste è impeccabile e sventa le azioni giallorosse. Poi la clamorosa tripla occasione capitata a Dzeko nel recupero. Prima il colpo di testa neutralizzato da Strakosha, poi ancora incoranata del bosniaco e la palla che sbatte sulla traversa, e infine il gran destro dalla distanza che sfiora il palo. Un brivido fortissimo per tutti i cuori biancocelesti, la dea bendata questa sera è stata benevola. Dopo quattro minuti di recupero termina la stracittadina. Un punto che tutto sommato va bene ad entrambe le squadre, e che per la Lazio può rappresentare un punto di ripartenza dopo l'amarissimo giovedì di Europa League. Continua la marcia verso l'obiettivo Champions, con il punto di vantaggio sull'Inter quinta. Ora testa alla Fiorentina. Si torna in campo mercoledì per il turno infrasettimanale. Servirà ancora una Lazio tutto cuore come quella vista questa sera.

Il tabellino Lazio-Roma 0-0
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, de Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic (59' Lukaku); Felipe Anderson (59' Luis Alberto), Immobile (82' Bastos). A disp. Guerrieri, Vargic, Caceres, Wallace, Basta, Murgia, Di Gennaro, Nani, Caicedo. All. Simone Inzaghi
ROMA (3-4-3): Alisson, Fazio, Manolas (73' Florenzi), Jesus; Peres (82' El Shaarawy), Strootman, De Rossi, Kolarov; Schick (55' Under), Nainggolan, Dzeko. A disp. Skorupski, Lobont, Capradossi, Pellegrini Lo., Silva, Pellegrini, Gonalons, Gerson, Antonucci.  All. Eusebio Di Francesco
ARBITRO: Mazzoleni (sez. Bergamo). Ass: Preti-Paganesi. IV: Maresca. VAR: Rocchi. AVAR: Di Fiore.
NOTE. Ammoniti: 11' Leiva (L), 31' Jesus (R), 36' Luiz Felipe (L), 39' Radu (L), 62' Strootman (R)
Espulsi: 80' Radu (L) per doppia ammonizione

© Riproduzione riservata