SERIE A 2018-2019 JUVENTUS NAPOLI 3-1

SERIE A 2018-2019 JUVENTUS NAPOLI 3-1

IL NAPOLI PARTE BENE, POI RIMONTA BIANCONERA.

291
stampa articolo Scarica pdf

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

Juventus: Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Cristiano Ronaldo, Mandzukic, Dybala.

Napoli: Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Zielinski; Insigne, Mertens.

LA PARTITA:

La gara inizia subito su ritmi elevatissimi e sono i partenopei a farsi preferire nei primi minuti di gioco: al quinto minuto è proprio la squadra guidata da Ancelotti a creare la prima occasione pericolosa con un tiro di Zielinski che viene però disinnescato dalla retroguardia bianconera. Continua la pressione offensiva del Napoli che al 10º minuto grazie ad un recupero in zona avanzata di Allan riesce a congegnare un’azione tutta in velocità con la palla in verticale del centrocampista brasiliano verso Callejon che è bravissimo a servire di prima intenzione Mertens, con l’attaccante belga che non ha nessun problema a battere da distanza ravvicinata. Col passare dei minuti cresce notevolmente d’intensità la prestazione di Cristiano Ronaldo che in un paio di circostanze calcia verso la porta difesa da Ospina. L’episodio decisivo arriva al 26º quando un contropiede portato dallo stesso Ronaldo libera Mandzukic a tu per tu con il portiere avversario e per il croato è un gioco da ragazzi realizzare il pareggio. Dopo aver trovato il gol i bianconeri assumono con sempre maggior decisione l’iniziativa e sfiorano il vantaggio nel finale della prima frazione sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Ronaldo e respinto da Ospina; sulla respinta del portiere colombiano Chiellini non riesce a ribadire in rete da distanza ravvicinata e dunque la prima frazione di gioco finisce col punteggio di parità.

Anche in apertura di ripresa sono i bianconeri a confermare la crescita evidenziata già nel finale della prima frazione di gioco e al 48º la Juventus riesce a passare in vantaggio sugli sviluppi di un lancio in profondità dalle retrovie che viene addomesticato da Ronaldo che successivamente si accentra e calcia verso la porta colpendo il palo; sulla ribattuta del legno il primo ad arrivare e Mandzukic che realizza la sua personale doppietta. Nei minuti successivi si registrano due episodi che fanno molto discutere in quanto viene espulso Mario Rui per un fallo su Dybala che sembra accentuare il contatto col difensore portoghese, mentre pochi minuti prima l’arbitro lascia correre su una brutta reazione da parte di Leonardo Bonucci che smanaccia e va a testa contro testa con un avversario e viene soltanto ammonito. Dopo un’iniziale fase di nervosismo generalizzato seguito a queste due decisioni arbitrali il Napoli prova a guadagnare progressivamente terreno ed anche qui sugli sviluppi di una verticalizzazione la squadra di Ancelotti riesce a mandare al tiro Callejon su cui Szczesny compie un grandissimo intervento. Il pericolo appena corso spinge la Juventus a tornare a rendersi pericolosa in zona offensiva e al minuto 77, sugli sviluppi di un calcio d’angolo Cristiano Ronaldo devia la palla sul secondo palo ed è proprio Bonucci a colpire sottoporta e realizzare la rete che probabilmente chiude ogni discorso relativo alla vittoria. Nei minuti finali dell’incontro il Napoli esce sostanzialmente dal campo con i bianconeri che potrebbero dilagare e soltanto alcuni errori di precisione degli attaccanti ed in particolare di Cristiano Ronaldo evitano agli ospiti un passivo decisamente più pesante.

Arriva dunque un successo importante per i bianconeri che confermano di meritare il ruolo di super favorita per la vittoria finale del campionato. Per il Napoli le indicazioni positive si fermano alla prima metà di gara ma col passare dei minuti la squadra di Ancelotti si è nettamente spenta e si può dire che al netto di decisioni arbitrali che faranno certamente discutere il successo degli uomini di Allegri sia meritato.

Federico Ceste 

© Riproduzione riservata