La Mostra Impressionisti Francesi, Da Monet A Cezanne,

La Mostra Impressionisti Francesi, Da Monet A Cezanne,

Dal 5 ottobre sarà ospitata presso il Palazzo degli Esami.

stampa articolo Scarica pdf

E' stata presentata alla stampa la mostra Impressionisti Francesi, da Monet a Cezanne, che dal 5 ottobre sarà ospitata presso il Palazzo degli Esami.Dopo il successo della mostra multimediale su Van Gogh, la mostra Imressionisti Francesi rende omaggio ai grandi pittori della Parigi di fine Ottocento.Il percorso espositivo si trasforma in un viaggio nel tempo, in quella Parigi bohémien che, alla fine dell'Ottocento, era una delle capitali del mondo, dove ebbe luogo l'esposizione universale del 1889: la Parigi della torre Eiffel, del Mulin Rouge, dei cafè dove si ritrovavano i filosofi, i pittori e gli scrittori che avrebbero influenzato le arti del ventesimo secolo.La visita della mostra consente di addentrarsi in un ambiente illuminato esclusivamente dalle immagini delle opere dei grandi maesti, così nitide e reali da coinvolgere emotivamente il visitatore e farlo sentire totalmente immerso nel contesto delle opere.Grazie alla tecnologia Sensory4 di Grande Exhibitions, i capolavori degli impressionisti francesi, vengono proiettati a pieno schermo in alta definizione, con una grafica multi canale e un suono surround che contribuiscono a creare uno dei più coinvolgenti ambienti multiscreen al mondo.A rendere ancora più suggestiva l'atmosfera, la colonna sonora con le musiche di Debussy, Cajkovskij, Ravel, Offenbach.

E' una mostra che proponendo le riproduzioni delle tele originali, tende a ricreare quella che è la cosa pù complessa del mondo dell'arte: la ricostruzione dello spirito del tempo.

Come ha ricordato il curatore della mostra, Giancarlo Bonomo, l'avvento della fotografia, negli anni Trenta dell'Ottocento, rappresentò un punto di rottura, poiché riproduceva la realtà in maniera ineguagliabile, in un modo che nessun pittore avrebbe potuto fare. Questo fatto sconvolgente fece sì che la pittura si trasferisse da una rappresentazione oggettiva ad una rappresentazione soggettiva: dal vedere al sentire.La mostra Impressionisti Francesi rappresenta un nuovo modo di vivere l'arte: non più camminate in luoghi silenziosi per ammirare i capolavori da lontano. Ora, con le nuove mostre multisensoriali, è possibile interagire con il contenuto della mostra stessa. Luce, colore e suono, si combinano, creando nello spettatore emozioni così forti che renderanno una visita al museo, un'esperienza indimenticabile.Questo è esattamente il cambio di rotta che questa mostra vuole effettuare: non una semplice esposizione, ma un viaggio sensoriale dove anche un Millenial, che non conosce le opere di grandi artisti come Monet, Manet, Degas, possa sentire lo spirito della Parigi di fine Ottocento ed immergersi nella meraviglia di quel mondo.

Alessia de Antoniis

© Riproduzione riservata