Chievo-Lazio 1-1

Ancora un pari per la Lazio: col Chievo è 1-1

stampa articolo Scarica pdf

La Lazio impatta contro il Chievo e continua la striscia di 1-1 consecutivi. Un altro risultato che lascia l'amaro in bocca e sa di un'ennesima occasione persa. Nel complesso due punti persi, oggi i biancocelesti avevano bisogno della vittoria per tenere il passo del Milan ed approfittare di Roma-Inter. Invece la squadra di Inzaghi regala letteralmente il primo tempo ai clivensi, causa un atteggiamento sbagliato e tanti troppi errori in tutti i reparti. Il Chievo, galvanizzato dall'arrivo in panchina di Di Carlo, fa la sua partita, non disprezza di attaccare e cerca con costanza il guizzo per bucare la difesa laziale.Ci riesce il suo capitano, l'eterno Sergio Pellissier, che a 39 anni suonati brucia sullo scatto Wallace e gela Strakosha con un destro secco e potente.  La Lazio è in bambola, non riesce ad essere pericolosa se non con Parolo che prova il sinistro da buona posizione. Insomma, la trasferta di giovedì  a Cipro con il sacrificio dell'abbondante turnover non ripaga Inzaghi: la Lazio è imballata, prevedibile  senza mai essere pericolosa. CI PENSA CIRO Inzaghi cambia modulo inserendo Caicedo al posto di Radu per cercare di recuperarla. Ed è sicuramente un'altra Lazio, più vogliosa e grintosa. Il Chievo si abbassa, i biancocelesti velocizzano la manovra e trovano il pari con Immobile, bravo a scaraventare di rabbia un tiro secco al termine di una bellissima azione con Correa. Immobile ha fame, corre a recuperare la palla dal fondo al sacco per rimetterla a centrocampo. La Lazio ci prova, schiaccia gli uomini di Di Carlo ma è solo la sfortuna a negarle il raddoppio, ancora con Ciruzzo: questa volta il suo destro si stampa sul palo.

Nel finale sono ancora i padroni di casa a sfiorare il gol con il neo entrato Kiyine, ma la retroguardia laziale resiste e il match del Bentegodi termina 1-1

Fabio Pochesci 

© Riproduzione riservata