Roma-Milan 1-1. Le Pagelle Giallorosse

Reazione d'orgoglio, ma non basta. Brilla Zaniolo, delude Schick: dove la novità?

stampa articolo Scarica pdf

Non è bastata la reazione d'orgoglio ai giallorossi per superare l'ostacolo Milan e tornare in zona Champions. All'Olimpico soltanto 1-1, nonostante la prestazione più che positiva di determinati elementi.

Buon primo tempo dei capitolini, puniti sul più bello dal solito Piatek. Nella ripresa Zaniolo rimette tutto subito in parità, ma il Milan non molla e nonostante diverse occasioni tra cui il palo di Pellegrini la gara si chiude in parità.

LE PAGELLE GIALLOROSSE

OLSEN 6 Poteva forse far qualcosina di più in occasione del gol di Piatek, ma nel complesso non corre particolari rischi

KARSDORP 6.5 Benino nel primo tempo, ottima la ripresa, forse il suo miglior tempo in maglia giallorossa. Personalità e idee di tutto rispetto: l'olandese spinge forte e propizia tante possibili palle gol. Sta crescendo, ora DiFra si fida di lui. Ora sì.

MANOLAS 6.5 Con un cliente come Piatek non era facile, per niente. Il polacco castiga Fazio, non Kostas, che regge ogni duello e mostra la sua solita esplosività in ogni duello.

FAZIO 5.5 Come preannunciato, dorme in occasione del vantaggio rossonero. Non è il suo anno, il centrocampo non fa filtro e lui soffre la rapidità degli avversari. Errori che non fanno onore alla sua esperienza. 

KOLAROV 6 Poteva far di più, ma nonostante tutto l'impressione è che ogni volta che la palla viaggi dalle sua parti la Roma può costruire sempre qualcosa di temibile.

DE ROSSI 6.5 Onorevole gara del capitano, nonostante gli infortuni. Equilibrio ed esperienza a servizio dei compagni. Idee chiare e pulizia tattica.

PELLEGRINI 6 Colpisce il palo di testa, svaria su tutto il fronte, ma non riesce a timbrare. Per diventare un top player serve maggiore incisività. Manca cattiveria.

ZANIOLO 7 L'Olimpico è tutto suo. Se lo coccola e lo difende, astenendolo dalla contestazione. E si merita tutti gli applausi. Umiltà a servizio di una piazza che lo vede crescere giorno dopo giorno. Suo il gol del pari, solite ottime giocate ma soprattutto gran potenza muscolare ad andar via all'avversario: uno dei pochi che salta l'uomo.

SCHICK 5 Ecco qui, è tornato il vero Patrick. Ala destra fatica, non incide mai. Siamo alle solite. Impalpabile, completamente avulso dal gioco. Non è colpa dell'allenatore, è colpa di un ragazzo che oscura le sue qualità, da un anno e mezzo a questa parte. 

FLORENZI 5 Gioca ala sinistra, serve qualità e determinazione per far male. Entrambi completamente assenti. Buon sacrificio in fase di non possesso, ma non può bastare. Disordinato e bocciato.

DZEKO 6 Si divora il gol del pari al tramonto del primo tempo, ma svaria su tutto il fronte d'attacco, cercando di aiutare come sempre una squadra pregna di ragazzini. Serve qualcosa in più, che stenta ad offrire, ma è impensabile ritenere insufficiente la sua prestazione.  

© Riproduzione riservata