Verso Juventus-Milan Del 06.04.2019 - Le Statistiche

L'ultimo successo milanista risale alla stagione 2010-'11: 1-0 alla ventottesima giornata, con rete di Rino Gattuso al 68'. E con Allegri sulla panchina del Milan...

stampa articolo Scarica pdf

Il confronto di sabato (ore 18) sarà il numero 84, nella Serie A strutturata a girone unico, tra la Juventus ed il Milan, col bilancio degli 83 precedenti che vede i bianco-neri nettamente in vantaggio, con 41 vittorie contro le 21 dei "diavoli" (21 anche i pareggi).

La “Vecchia Signora” è nettamente avanti anche nel conteggio delle realizzazioni: 133-100.

Il primo confronto ha luogo nella stagione 1929-'30 (cioè la prima organizzata così come oggi la conosciamo), alla nona giornata (8 dicembre 1929), terminando col successo juventino per 3-1, mentre la stagione successiva arriva il primo pareggio: 3-3 alla diciannovesima giornata, il 15 febbraio 1931.

La prima affermazione milanista giunge nel 1940-'41: 2-1 alla ventinovesima giornata (27 aprile 1941), con i padroni di casa in vantaggio con Riza Lushta al 21', ma raggiunti e superati grazie ai centri di Gino Cappello al 54' e Aldo Boffi al 59'.

La più larga affermazione della compagine piemontese è il 4-0 della trentesima giornata del campionato 1933-'34 (12 aprile 1934), mentre il più pingue successo del Milan è il 7-1 dell'annata 1949-'50 (ventitreesima giornata, 5 febbraio 1950), con reti rosso-nere firmate da Gunnar Nordahl (15', 26' e 49'), Gunnar Gren (23'), Nils Liedholm (24'), Renzo Burini (70') ed Enrico Candiani (84'), a ribaltare il vantaggio locale firmato al 12' da John Hansen.

L'ultimo pareggio è lo 0-0 della ventinovesima giornata della stagione 2005-2006 (12 marzo 2006), mentre l'ultima affermazione del Milan è quella della stagione del diciottesimo scudetto rosso-nero (2010-'11): 1-0 alla ventottesima giornata (5 marzo 2011), con rete di Rino Gattuso al 68'.

Da quella data in poi, si sono registrate solamente vittorie dei padroni di casa, l'ultima delle quali il 3-1 della scorsa annata (trentesima giornata, 31 marzo 2018), con le rete milanista realizzata da Leonardo Bonucci al 28'.

Al bilancio della Serie A va aggiunta anche l'edizione particolare del 1945-'46 (denominata “Divisione Nazionale”), strutturata in via eccezionale (per motivi contingenti e per l'ultima volta) su gironi multipli, nella quale le due compagini si sono affrontate sia nel girone eliminatorio dell'Alta Italia sia nel girone finale, con un pareggio 2-2 nella prima occasione (quindicesima giornata, 30 gennaio 1946, con reti milaniste realizzate da Aredio Gimona al 2' e da Domenico Cremonesi al 21') ed il successo 3-1 juventino nella seguente (dodicesima giornata, 14 luglio 1946, con rete milanese di nuovo firmata da Gimona, al 36').

Contando, quindi, i due confronti dell'edizione immediatamente successiva alla Seconda Guerra Mondiale, il bilancio ammonta ad 85 "incroci", con 42 vittorie juventine, 22 pareggi e 21 successi milanisti, con i bianco-neri a condurre 138-103 nel computo delle marcature.

Uno sguardo, infine, ai precedenti tra i due tecnici Massimiliano Allegri e Rino Gattuso, con l'attuale tecnico juventino ancora a “punteggio pieno” (4-0) nei confronti dell'omologo milanista.

Tali confronti sono, ovviamente, concentrati nella stagione corrente e nella scorsa, con Allegri alla guida della Juventus e Gattuso sulla panchina del Milan: al successo casalingo per 3-1 della trentesima giornata del campionato 2017-'18 (31 marzo 2018), infatti, la Juventus “allegriana” fa seguire il perentorio 4-0 nella finale di Coppa Italia della medesima annata (9 maggio 2018), il 2-0 esterno della gara d'andata dell'attuale campionato (dodicesima giornata, 11 novembre 2018) e l'1-0 della Supercoppa Italiana della corrente stagione (16 gennaio 2019).

Gattuso, quindi, è ancora alla ricerca del primo risultato positivo al cospetto di Allegri: sarà questa la volta buona?

Giuseppe Livraghi

© Riproduzione riservata