Roma Genoa 2019

Cercasi difensore disperatamente, la Roma non va oltre il pareggio mostrando tutte le sue potenzialità e le sue debolezze

stampa articolo Scarica pdf


fonte immagine Emanuele Gambino

Parafrasando il titolo di un vecchio film anni ottanta, la prima impressione che dà questa Roma è :”Cercasi difensore disperatamente!”

Ovviamente dentro Trigoria il ruolo parrebbe già assegnato a Mert Cetin, il turco approdato in giallorosso qualche giorno fa, tanta grinta e voglia di fare, ma poca esperienza e la necessità per i giallorossi di trovare un elemento esperto e pronto.

Stasera la Roma ha dato qualche segnale confortante, si è visto gioco e giropalla ma anche falle piuttosto evidenti che da tempo chiedono di essere riparate, è inutile insistere sugli assenti, recriminare o piangere sulle cessioni non aiuta nessuno, positivo sarebbe però prendere spunto dal passato, assicurandosi il “buono” e lasciando il “cattivo” o quantomeno il superfluo, insomma senza girarci troppo intorno a Roma servono con urgenza un difensore, un centrale ed anche un attaccante in grado di dare respiro a Dzeko,che come sempre confeziona una prestazione sontuosa, gestisce il reparto da solo, va in recupero, torna in avanti, segna e diventa spalla per i compagni, a fine partita arranca visibilmente per la fatica...è la seconda volta che viene tolto dal mercato al 90'...direi che si è guadagnato un posto negli annali.

Reparto avanzato a parte,il gioco di Fonseca non esprime al meglio le qualità di questa squadra riproponendo vecchie ruggini nelle prestazioni di alcuni elementi.

4-2-3-1 ,la difesa a 4 si presenta ancora con il vecchio assetto, lenta lentissima nelle manovre, Florenzi, Kolarov, Fazio e Juan Jesus dove i due centrali di difesa proprio non vogliono saperne di adeguarsi al dinamismo proposto dal nuovo allenatore, così , abituati a muoversi comodamente con la difesa schierata, soffrono il gioco veloce e alto trovando spesso difficoltà nel rientro e lasciando ampio spazio agli avversari. Tre gol realizzati e altrettanti subiti, la giusta bilancia che misura perfettamente il quadro generale di questa squadra; Fazio si fa sorprendere come un novellino e Juan Jesus è costretto a rincorrere risultando malauguratamente falloso. A coronare la serata perfetta di Andreazzoli, dopo i gol di Criscito e Pinamonti, una prestazione ordinata e compita dei suoi che trovano con Kouame la risposta all'impeccabile parabola di Kolarov che su punizione colpisce la traversa ma, manda dentro seppur di pochissimo, il pallone che esce dalla porta quasi sfuggendo all'occhio dell'arbitro ma non alla goal line che assegna il vantaggio ai giallorossi.

Il numero 11 si prodiga come sempre per l'economia totale della squadra, avanti, indietro cercando di coprire tutta la fascia, non sempre mantenendo lo stesso ritmo, mentre il gioco della Roma si fa sempre più serrato,gli uomini di Fonseca sfruttano le verticalizzazioni e tendono più spesso ad accentrare con triangolazioni ben misurate, schemi calibrati che per buoni 50 minuti riescono a contenere i rossoblù, benché la linea difensiva con Criscito, Romero e Zapata riesca ad essere più precisa di quello che ci si potesse aspettare, cominciano poi a cedere alcune linee ed i cambi diventano necessari, fuori Jesus, Kluivert e Florenzi che di spinta stasera ha fatto il pieno, rientrando tra le eccezioni di una squadra che ha parafrasato non poco le gesta piuttosto mediocri della passata stagione, entrano Mancini, Zappacosta e Pastore,e la squadra si scolla, si allunga, perde mordente e rischia di più; si distinguono le individualità e la diatriba Kolarov/Pellegrini diventa l'occasione per dare agli avversari gli spunti giusti per attaccare e per mettere in mostra un gioco più aggressivo e volitivo specialmente con Kouame e Schone.

Il 3-3 accontenta solo il Genoa, lasciando una Roma sconfortata e già ad inseguire le grandi, nomi poco altisonanti per Andreazzoli ma determinazione da vendere e l'ennesimo rimpianto anche sulla sua panchina, segnatevi questo nome:

Antonio Sanabria.


Laura Tarani

© Riproduzione riservata