Roma Genoa 3 A 3: TOP E FLOP Della Prima Panchina Giallorossa Di Fonseca

Roma Genoa 3 A 3: TOP E FLOP Della Prima Panchina Giallorossa Di Fonseca

Il nuovo progetto della Roma è stato affidato nelle mani del portoghese Fonseca, ex tecnico dello Shakhtar Donetsk, votato ad un calcio offensivo e di predominio assoluto.

stampa articolo Scarica pdf

 fonte immagine Emanuele Gambino

Roma Genoa 3 a 3: TOP e FLOP della prima panchina giallorossa di Fonseca


Il nuovo progetto della Roma è stato affidato nelle mani del portoghese Fonseca, ex tecnico dello Shakhtar Donetsk, votato ad un calcio offensivo e di predominio assoluto. Nonostante le buone impressioni della squadra durante il ritiro estivo, alla prima di campionato i giallorossi non riescono a regalare 3 punti ai propri tifosi, fermandosi ad un pirotecnico 3 a 3, che ha messo in luce tanto le potenzialità offensive, quanto le fragilità difensive della compagine romana.


Capitolo Genoa

TOP: la giovane coppia d’attacco formata da Pinamonti (classe ’99) e Kouamé (classe ’97) ha costantemente impensierito la retroguardia romanista, mostrando grande dinamismo e una buonissima intesa, che ha permesso ad entrambi di siglare la prima rete stagionale, oltre a procurare il rigore del definitivo 3 a 3, trasformato da Criscito. Buonissima l’impressione fornita dal pupillo del calciomercato estivo, Lasse Schone, centrocampista tuttofare proveniente dall’Ajax semifinalista dell’ultima edizione di Champions League.

FLOP: il neo acquisto Cristian Zapata si è reso protagonista di una prestazione certamente non all’altezza delle sue numerosissime presenze in Serie A, subendo troppo spesso la superiorità tecnica di Under e Dzeko senza opporre resistenza. Stesso discorso per Antonio Barreca, altro nuovo innesto della compagine rossoblu, autore di una gara anonima e priva di azioni propositive.


Capitolo Roma

TOP: riparte dalle vecchie certezze il nuovo ciclo giallorosso, con Dzeko e Kolarov ancora una volta a trascinare il resto del gruppo a suon di gol e giocate di personalità. Dopo un’estate vissuta quasi da separato in casa, pronto da mesi a siglare un nuovo matrimonio con l’Inter di Conte, Edin Dzeko si ripresenta all’Olimpico fresco di rinnovo e con una cattiveria che fa ben sperare per il proseguo della stagione, inventando un gol da vero centravanti dribblando tutto il pacchetto arretrato genoano prima di insaccare la sfera alle spalle di Radu. Certezza assoluta Kolarov, che continua la sua tradizione positiva con i calci piazzati, siglando il primo gol stagionale su punizione. Da sottolineare anche la prova di Under, reduce da una stagione sfortunata a causa dei numerosi infortuni muscolari, che il piccolo turco spera di potersi lasciare al più presto alle spalle, godendo della totale fiducia da parte del mister, il quale lo ha individuato come uno dei punti cardine per il suo modulo.

FLOP: da rivedere assolutamente la fase difensiva di tutta la squadra, con Juan Jesus e Fazio che continuano a mostrare difficoltà sotto ogni punto di vista. Sul primo gol Pinamonti viene colpevolmente lasciato libero di calciare in area ad un passo da Pau Lopez; mentre sul rigore è Juan Jesus ad entrare in netto ritardo sull’attaccante genoano, che trovandosi in posizione molto defilata non avrebbe comunque potuto battere a rete. Il terzo gol, infine, vede Kouamé sempre libero a centro area di poter colpire di testa e insaccare alle spalle del portiere spagnolo.


Fonseca ha dichiarato, in sede di presentazione, di voler vedere una squadra coraggiosa ed offensiva e per buona parte del match questo è avvenuto, ma il mister dovrà al più presto riuscire a far trovare un equilibrio agli 11 giocatori in campo, per non rischiare di ripetere una stagione come quella appena passata, con Di Francesco letteralmente imbufalito alla fine di ogni gara. Alla prossima partita sarà già aria di verdetti, poiché la Roma dovrà vedersela con la Lazio in un derby che, attualmente, vede i biancocelesti molto più in forma e molto più pronti ad appuntamenti di questo genere.



Mirko De Blasio

© Riproduzione riservata