NOINONSIAMOCONTAGIOSI, Cani E Gatti Contro Il Coronavirus

NOINONSIAMOCONTAGIOSI, Cani E Gatti Contro Il Coronavirus

La vita coi nostri animali ai tempi COVID-19 deve cambiare, ma è possibile. La CRI e i Medici Veterinari lanciano una campagna anti abbandono.

stampa articolo Scarica pdf

  In questi giorni di obblighi, divieti e, soprattutto, incertezze, tanti sono i dubbi che attanagliano i possessori di cani e gatti. I quattrozampe, protagonisti di divertenti video sul web e nostri compagni di prigionia durante l’isolamento imposto dal Covid-19, sono al centro della campagna #NOINONSIAMOCONTAGIOSI.

L’iniziativa, ideata dalla Croce Rossa Italiana-Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale e provincia, dall’Ordine Medici Veterinari di Roma e provincia e promossa anche dal Pet Carpet Film Festival, ha un unico, grande, scopo: quello di gridare ai quattro venti che cani e gatti non infettano gli umani, quindi, non abbandonateli!

Le fake news e i numerosi allarmi rimbalzati su ogni social hanno purtroppo creato una nuova emergenza nell’emergenza: l’aumento degli abbondoni degli animali domestici. Questo ha portato la C.R.I. e le Autorità Sanitarie ad intervenire in prima persona per tranquillizzare la cittadinanza. Proprio la Croce Rossa, attraverso la sezione cinofila, ha diramato un comunicato dove si chiarisce che “ad oggi non ci sono prove scientifiche del fatto che gli animali possano contrarre il Covid-19 o essere loro stessi veicolo di trasmissione per l’uomo.  Mantenere la calma e adottare sempre i provvedimenti suggeriti dal Governo in termini di norme igieniche è la sola cosa giusta da fare anche dopo essere entrati in contatto con i nostri pet”.

C.R.I. e veterinari, a tutela della nostra salute, hanno poi stilato un vademecum con semplici comportamenti da seguire per adeguare la vita familiare, inclusa quella del nostro animale, al difficile momento che stiamo vivendo.

- Se la famiglia è sana il cane può essere portato a fare una regolare passeggiata, utile a svolgere anche i suoi bisogni fisiologici, purché questo non diventi motivo di assembramento con altre persone;

- La gestione di un animale implica un comportamento responsabile anche nel rapporto con il veterinario, che sarà bene contattare prima piuttosto che recarsi direttamente in ambulatorio se non esiste una reale emergenza, che solo il medico potrà valutare dagli elementi riportati telefonicamente;

- E’ determinante che l'umano non nasconda eventuali sintomi di un sospetto contagio per paura di lasciare solo l'animale, poiché basterà contattare le Autorità competenti che si preoccuperanno di gestire il pet.

Al fianco degli organi competenti e del Pet Carpet Film Festival (un festival nato proprio per celebrare l’amore per gli animali attraverso la settima arte), si sono schierati anche numerosi personaggi del mondo dello spettacolo, tra cui Lino Banfi, Giancarlo Magalli, Enzo Salvi, Cinzia Leone, Lillo, Alda D’Eusanio, Carmen Russo, che dai loro profili social hanno lanciato degli appelli per invitare la popolazione a seguire il loro esempio ed abbracciare ancora più forte il proprio amico a quattrozampe.

© Riproduzione riservata