SCUOLA: PIZZAROTTI IIC, UN MILIARDO NON BASTA. L'ITALIA RISCHIA DI PERDERE LA FACCIA

SCUOLA: PIZZAROTTI IIC, UN MILIARDO NON BASTA. L'ITALIA RISCHIA DI PERDERE LA FACCIA

"La ripartenza vera dell’apparato scolastico è la grande scommessa del nostro Paese, insieme ovviamente alla redistribuzione degli investimenti che serviranno per rilanciare l’Italia come sistema Paese

stampa articolo Scarica pdf


"La ripartenza vera dell’apparato scolastico è la grande scommessa del nostro Paese, insieme ovviamente alla redistribuzione degli investimenti che serviranno per rilanciare l’Italia come sistema Paese, credibile agli occhi dell’Europa e del mondo. Sulla scuola l’Italia si gioca la sua credibilità. Sulla scuola noi sindaci, che ogni giorno siamo a stretto contatto con le famiglie e i genitori, chiediamo al più presto chiarezza e risposte. Abbiamo bisogno di organizzarci per settembre, ma lo possiamo fare se governo e Regioni riusciranno a mettersi d’accordo sulle linee guida".

Lo scrive sul suo profilo facebook Federico Pizzarotti, sindaco di Parma e presidente di Italia in Comune. Per il presidente di Italia in Comune "è passato troppo tempo dalla proposta sulle linee guida, non servono più rimpalli ma risposte chiare e subito", per questo occorre che "a settembre tutti gli studenti abbiano accesso alle aule, in presenza e in completa sicurezza. Per farlo serve il personale, qualificato e in numero necessario per far sì che ciò avvenga, quindi serve un aumento di personale docente e non docente. Più investimenti, ma da subito. Servono investimenti per ristrutturare i plessi scolastici e servono nuovi investimenti per garantire personale e sicurezza. E’ sufficiente 1 miliardo, come si vocifera? Temo proprio di no, questa cifra è sottostimata", conclude Pizzarotti.

© Riproduzione riservata