BONAFONI “SOCIETÀ GESTORE SERVIZIO FACCIA PIENA CHIAREZZA.

BONAFONI “SOCIETÀ GESTORE SERVIZIO FACCIA PIENA CHIAREZZA.

Queste le principali questioni sollevate in un’interrogazione, depositata oggi in Consiglio Regionale dalla Capogruppo della Lista Civica Zingaretti Marta Bonafoni.

stampa articolo Scarica pdf


“Se lo svolgimento del periodo di formazione delle operatrici degli Asili nido, si sia svolto nel rispetto della normativa e dei protocolli anti – Covid, se e quando è stato adottato dalla Società, gestore del servizio, il protocollo sanitario aziendale, quando è stata formalizzata da parte della Società la costituzione del Comitato Covid Aziendale, e quando è avvenuta la nomina del Referente Covid, quali infine le misure assunte dall’ASL territorialmente competente, in relazione al caso in oggetto”. Queste le principali questioni sollevate in un’interrogazione, depositata oggi in Consiglio Regionale dalla Capogruppo della Lista Civica Zingaretti Marta Bonafoni.

“Al termine del periodo di cassaintegrazione - circa 40 operatrici dei nidi comunali di Ciampino, sarebbero rientrate in servizio presso la Società, per partecipare ad un periodo di formazione di due settimane propedeutico alla riapertura del servizio all’utenza. Ora, due di loro avrebbero accusato sintomi influenzali e in un caso il tampone ha dato esito positivo. Né sarebbe scaturito da parte dell’ASL il provvedimento di chiusura delle strutture, il protocollo di tracciabilità e la messa in quarantena di tutto il personale”.

“Le operatrici e le organizzazioni sindacali avrebbero denunciato la mancata osservanza dei protocolli anti-Covid nello svolgimento dei corsi, tenuti in strutture comunali da tempo inutilizzate proprio per l’emergenza Covid. E’ assolutamente doveroso – conclude Bonafoni - da parte dell’Azienda fare pienamente chiarezza sulla vicenda, a garanzia delle lavoratrici e dell’utenza, che da oltre sei mesi attende la ripresa in sicurezza di un servizio essenziale per la vita delle famiglie”.

© Riproduzione riservata