150 ANNI: ROMA SCEGLIE ROMA, TORNI AD ESSERE FESTA NAZIONALE

150 ANNI: ROMA SCEGLIE ROMA, TORNI AD ESSERE FESTA NAZIONALE

"La nostra stella, o Signori, ve lo dichiaro apertamente, è di fare che la città eterna, sulla quale 25 secoli hanno accumulato ogni genere di gloria, diventi la splendida capitale del Regno Italico".

stampa articolo Scarica pdf


"La nostra stella, o Signori, ve lo dichiaro apertamente, è di fare che la città eterna, sulla quale 25 secoli hanno accumulato ogni genere di gloria, diventi la splendida capitale del Regno Italico". È un estratto del discorso al Parlamento del Regno di Sardegna, tenuto da Camillo Benso, conte di Cavour, l'11 ottobre del 1860.

"Parole che oggi, nell'anniversario dei 150 anni di Roma Capitale, sono e debbono continuare ad essere la stella polare per chiunque ami l'Italia con la consapevolezza dell'importanza del ruolo della sua Capitale".

"L'anniversario del 20 settembre è stato festività nazionale fino al 1930, quando fu abolito a seguito della firma dei Patti Lateranensi.

Oggi più che mai Roma Sceglie Roma è convinta che sia maturo il tempo per il nostro Paese che questa festività torni ad avere una valenza nazionale, per restituire prestigio a Roma e a tutta l'Italia".

"Roma è questione nazionale e non puó più essere rinviato un momento di riflessione che porti questa città a cambiare passo, superando l'attuale sistema di governance che è frutto di una politica spartitoria che ha usato questa città per interessi personali. Non è oggi il giorno per fare l'elenco delle criticità, dando i numeri che purtroppo fotografano una Capitale in coda alla classifica delle grandi consorelle europee quanto a servizi e opportunità. Roma Sceglie Roma sta lavorando per restituire dignitá a Roma Capitale, con un progetto concreto che la faccia tornare ad essere attraente per gli investimenti e per il turismo, che trasformi la città in un cuore pulsante di cultura ed eventi, una città che torni a valorizzare il suo essere capitale mondiale della cristianità, dove le persone più fragili non vengono lasciate indietro. Questo è il progetto dei romani che si stanno unendo a noi. È il progetto di tutti quelli che vogliono un Capitale guidata con capacità e competenza. Una Capitale in grado di ascoltare i cittadini e che sia realmente scelta da tutti noi".

© Riproduzione riservata