GOVERNO CONTE : ACCORDO SALVA MEDIASET DEL 21/11/2020

GOVERNO CONTE : ACCORDO SALVA MEDIASET DEL 21/11/2020

LA NORMA E’ STATA SCRITTA DAL SOTTOSEGRETARIO AL “MISE”, MIRELLA LIUZZI (M5S), POI E’ STATA VAGLIATA CON I MEMBRI DELLA COMMISIONE VIGILANZA DELLA RAI

stampa articolo Scarica pdf

IN QUESTO MOMENTO DI EMERGENZA SANITARIA, IL GOVERNO QUOTA PD E M5S, SCRIVE UN DECRETO COVID E INSERISCE  UN EMENDAMENTO, CHE PARTE DAL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO PATUANELLI (M5S), IN ACCORDO CON IL MINISTRO EUROPEO ALL’ECONOMIA GUALTIERI (PD).

E’ UNA NORMA GOVERNATIVA CHE ATTRIBUISCE ALL’AGCOM UNO STRUMENTO DI SORVEGLIANZA E TUTELA DEL PLURALISMO NELLE COMUNICAZIONI, RIBATTEZZATO SALVA-MEDIASET; POICHE’ LA SOCIETA’ FRANCESE VIVENDI, STAVA FACENDO UNA SCALATA NELL’ACQUISIRE QUOTE DI MEDIASET.

COME SONO ANDATE ESATTAMENTE LE COSE : LA NORMA E’ STATA SCRITTA DAL SOTTOSEGRETARIO AL “MISE”, MIRELLA LIUZZI (M5S), POI E’ STATA VAGLIATA CON I MEMBRI DELLA COMMISIONE VIGILANZA DELLA RAI, RICEVENDO UN PARERE FAVOREVOLE E POI VOTATA IN SENATO NEL DECRETO COVID. QUESTA NORMA SALVA – MEDIASET, E’ PER NON SALVAGUARDARE AZIENDE ITALIANE DA PARTE DI AZIENDE ESTERE EUROPEE, IL PRECEDENTE DELL’ACQUISIZIONE DA PARTE DELL’ITALIANA FINCANTIERI PER LA FRANCESE STX, IL GOVERNO FRANCESE ALZO I MURI, ADESSO IL GOVERNO CONTE TUTELA LE AZIENDE ITALIANE.

QUESTA NORMA AD AZIENDAM, HA AGITATO LE ACQUE DEL PARLAMENTO, LE OPPOSIZIONI DI CENTRODESTRA SI SONO DIVISE SUL VOTO, LA LEGA SI E’ ASTENUTA, FRATELLI D’ITALIA E FORZA ITALIA FAVOREVOLI, ALLA TUTELA DELLE AZIENDE ITALIANE. NEL CENTROSINISTRA, I DEM SI TIRANO FUORI, DICENDO CHE NON E’ UN “INCIUCIO”, METRE IL M5S CONTRO IL SUO NEMICO STORICO, IL CAVALIERE, AFFERMANO CHE E’ LA PRESA DI ATTO DI UN VUOTO NORMATIVO, EUROPEO, DA COLMARE, NON E’ UN FAVORE A BERLUSCONI, MA UNA SCELTA PER TUTELARE LE AZIENDE ITALIANE. MA NEL FRATTEMPO, COINCIDENZA, BERLUSCONI, APRE UNA COLLABORAZIONE ESTERNA, AL GOVERNO CONTE, PUR ESSENDO OPPOSIZIONE. INSOMMA ALTRI COLPI DI SCENA CI ASPETTANO NEI PROSSIMI GIORNI, NEL TEATRINO DELLA POLITICA ITALIANA CHIAMATO “PARLAMENTO DELLA REPUBBLICA”.

FABIO LA NOCE


© Riproduzione riservata