PICCA (LEGA), SU IDROSCALO SINDACA RAGGI HA LA SINDROME DI PINOCCHIO

PICCA (LEGA), SU IDROSCALO SINDACA RAGGI HA LA SINDROME DI PINOCCHIO

Sull'emergenza Idroscalo la sindaca Raggi invece di lasciarsi andare a dichiarazioni grottesche scaricando le responsabilità sulla Regione Lazio, dovrebbe spiegare ai cittadini il perchè di un anno di bugie e false promesse

stampa articolo Scarica pdf

OSTIA: PICCA (LEGA), SU IDROSCALO SINDACA RAGGI HA LA SINDROME DI PINOCCHIO

"Sull'emergenza Idroscalo la sindaca Raggi invece di lasciarsi andare a dichiarazioni grottesche scaricando le responsabilità sulla Regione Lazio, dovrebbe spiegare ai cittadini il perchè di un anno di bugie e false promesse rivolte alle centinaia di famiglie dell'idroscalo alle quali era stata garantita la messa in sicurezza dell'area, almeno il rifacimento di via dell'Idroscalo, unica via di fuga in caso di esondazione del fiume o mareggiate". Così in una nota Monica Picca, capogruppo della Lega in X Municipio che a settembre 2020 aveva chiesto pubblicamente conto all'amministrazione dei provvedimenti presi nel tavolo tecnico del 10 gennaio 2020 al quale avevano partecipato i residenti e i tecnici del Municipi, ma tenuti incredibilmente fuori i consiglieri.

"La minisindaca Giuliana Di Pillo, con il suo Direttore apicale, il suo Vice Presidente e il capo della Protezione Civile di Roma Capitale, si erano presi l’impegno urgente a gennaio 2020 di mettere in sicurezza Via dell'Idroscalo", attacca la Picca, "ma dopo un anno scopriamo che non è stato fatto nulla e anzi, i soldi che hanno utilizzato anche per la pista ciclabile “transitoria” sul Lungomare sono stati distolti dal fondo per la manutenzione delle strade, compresa Via dell'Idroscalo".

"Stesso discorso per le palancole a fiume, previste nell’ordinanza sindacale del 2010, e per il piano di evacuazione in funzione di un nuovo censimento che è avvenuto il 12 febbraio 2020, entrambe mai realizzate. Per non parlare del bando regionale vinto per l'edilizia residenziale sociale sul quale l'amministrazione ha presentato un progetto in aree a rischio esondazione, come ribadito dall’ABT, Autorità di Bacino del Fiume Tevere", conclude la Picca.

© Riproduzione riservata