ROMA OCCASIONE STORICA PER IL CENTRODESTRA. NON SBAGLIARE CANDIDATO

ROMA OCCASIONE STORICA PER IL CENTRODESTRA. NON SBAGLIARE CANDIDATO

La ritirata strategica di Zingaretti nel momento in cui gli alleati in Regione, Pd e 5Stelle, decidono di sfidarsi con due candidati contrapposti a sindaco di Roma

stampa articolo Scarica pdf

“La ritirata strategica di Zingaretti nel momento in cui gli alleati in Regione, Pd e 5Stelle, decidono di sfidarsi con due candidati contrapposti a sindaco di Roma, gli uni con un uomo dei potentati economici, come l’ex fallimentare ministro Gualtieri, gli altri con il nulla cosmico rappresentato dall'attuale sindaco di Roma, Virginia Raggi, rappresenta per il centrodestra un’occasione storica, per tornare alla guida del Campidoglio". Così in una nota Fabrizio Santori e Monica Picca, dirigenti romani della Lega Salvini Premier.

"Ora servono grande compattezza e lucidità per scegliere in tempi brevi un candidato forte che possa provare a vincere già al primo turno. Gualtieri e Raggi sono due avversari battibili, soprattutto se in collisione tra loro e se indeboliti anche dalla presenza del candidato fuoriuscito dal Pd, Carlo Calenda e sostenuto da Renzi, ma non possono e non devono essere sottovalutati: di fronte a un'occasione imperdibile come questa il centrodestra ha il dovere di non sbagliare il candidato sindaco di Roma per restituire ai cittadini della Capitale un’Amministrazione forte, capace di invertire la rotta del degrado e dell’abbandono, rilanciando Roma nel futuro facendola tornare ad essere un'autentica Capitale d'Europa”.

© Riproduzione riservata